Parma, ogni errore costa punti

335
Parma Iacoponi Gervinho
Coppa Italia segnano Gervinho e Simone Iacoponi

Partita difficile per i crociati a Bergamo contro l’Atalanta. Un autogol di Gagliolo regala il vantaggio ai ragazzi di Gasperini che poi prendono il largo.

Atalanta – Parma 3-0

Purtroppo la Serie A non permette al Parma di potere fare errori e rimediare nel corso della partita.

Non siamo più in Lega Pro o in Serie B dove il nostro livello era pari o superiore a quello dell’avversario. Qui l’errore si paga, con il sangue.

Ormai lo sa bene il povero Gagliolo che, dopo il rigore causato contro la Lazio, ieri contro l’Atalanta è stato protagonista di uno sfortunato autogol (minuto 2,10 del video) causato da un suo stesso passaggio da pelle d’oca!

Non c’è molto da recriminare sulla partita, il risultato è rotondo e parla chiaro. Ovvio che se i quasi-gol di Ceravolo e Gervinho fossero entrati ora potremmo avere 14 punti o addirittura 16… Ma nel calcio è impensabile che ogni azione pericolosa porti al gol, bisogna provare a costruire di più.

Dopo il 2 a 0 D’Aversa ha rivoluzionato la squadra, togliendo (a mio avviso i migliori fino a quel momento) Siligardi e Barillà, indebolendo la zona nevralgica del campo e schierando di fatto il Parma con un improbabile e impalpabile 4-2-4. È stata più che altro una mossa della disperazione, un tentativo estremo. O la va o la spacca, e ci ha spaccati. Non ci ho visto niente di ponderato, anzi abbiamo dato all’Atalanta il controllo totale del campo.

Non voglio criticare il mister, c’è già tanta altra gente che lo fa; finora D’Aversa si è dimostrato, con mio grande stupore, quasi sempre all’altezza della situazione. Una partita storta, una lettura tattica sbagliata ci può stare, soprattutto se hai di fronte una vecchia volpe come Gasperini. Deve lavorare un po’ sulle interviste post-partita però, il suo ripetuto e martellante “abbiamo tenuto testa all’avversario per più di un’ora” ormai oltre ad essere diventato un cliché, non corrisponde nemmeno più alla realtà. Cambiare disco, please.

E poi, un dubbio che mi pongo da qualche giorno, Gazzola che fine ha fatto? L’unico terzino destro di ruolo che abbiamo non sarebbe utile in campo?

Ora, Inglese o non Inglese, Gervinho o non Gervinho, domenica prossima al Tardini dobbiamo fare lo striped ass al Frosinone. Chiunque ci sia in campo. È vitale per il morale, è vitale per la classifica, è vitale per togliere ogni strana idea di salvezza ai ciociari di Stirpe.

(Atalanta – Parma) Tifosi crociati a Bergamo – Foto di PARMA CALCIO 1913

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>Parma, fatal ti fu l’error del miglior in campo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.