Parma – Parole, soltanto parole

331
La partita di Chavari doveva essere l’ennesimo esame di maturità. Fallito, come tutti gli altri. Vince meritatamente l’Entella, Parma assente nella ripresa.

Virtus Entella – Parma 2-0

Ormai l’abbiamo capito, i risultati negativi di Cremona, Brescia ed Empoli non sono arrivati per una “crisi” della squadra per scarso impegno o altro, sono arrivati perché rispecchiano il reale valore di questa formazione. Il secondo tempo di Chiavari è la cartina tornasole del campionato crociato. L’undici di D’Aversa è spesso in balia degli avversari e la vittoria può arrivare soltanto contro squadre che permettono di giocare. In caso contrario il Parma si blocca, i giocatori non sanno più come sviluppare una trama di gioco e la difesa viene inevitabilmente infilata.

Ormai le dichiarazioni del mister nei post-sconfitta hanno fatto venire il latte alle ginocchia. Le solite frasi da sette mesi. Sette! Ogni tanto fare un bagno di modestia e dire “abbiamo fatto pena, tutti” sarebbe anche liberatorio per lui. Gli episodi hanno sempre deciso le sorti delle partite, da quando esiste il calcio. Gli attaccanti sono cinici sotto porta se messi in condizione giusta. Chiaro che se un attaccante deve andarsi a prendere la palla a centrocampo potrebbe vederci doppio quando arriva davanti al portiere. Tutti questi alibi sono aria fritta, tentativi di mascherare un’incapacità di fondo.

Da bravi italiani quando si perde diventiamo tutti grandi allenatori, io non mi sento di analizzare nello specifico dove la gestione D’Aversa ha fallito (con un campionato del genere per me ha fallito anche se raggiungiamo i play-off), mi limito solo ad esprimere il mio rammarico nel vedere una squadra che ha giocatori (credo) di buon livello e non gioca a calcio. Una squadra che viaggia al 50% del suo potenziale. Una squadra che con una guida tecnica esperta potrebbe tranquillamente puntare alla promozione diretta. Siamo una neopromossa, è vero, ma lo è anche il Venezia e spesso le partite dei lagunari sono divertenti, pur avendo un organico meno competitivo del nostro.

Spero che l’estate arrivi in fretta, che si chiuda questa stagione transitoria e che la proprietà provveda ad allontanare chi non ha le qualità per portare il Parma dove merita.

LA CLASSIFICA PROVVISORIA:

POTREBBE INTERESSARTI>> PARMA – CHI LA DURA LA VINCE?

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.