Passo falso Juve, delusione allo Scida

296

Pessima partita dei Bianconeri a Crotone. I Pitagorici riagguantano la Juve passata in vantaggio con Alex Sandro, con una bella rovesciata di Simy. Pessima partita della Capolista.

Sfumature Bianconere: chi si aspettava una partita facile è stato ampiamente deluso. All’Ezio Scida la Juve si è trovata di fronte un Crotone mai domo. La squadra di casa ha lottato su ogni pallone ed ha meritato il pareggio. Una Juventus lenta e prevedibile, orfana del suo creatore di gioco Pjanic, ed incampace di mettere in campo il solito carattere. Questa volta il maggior tasso tecnico non basta agli uomini di Allegri per aggiudicarsi la vittoria. Nonostante il gol nel primo tempo, la Juve non è stata in grado di chiudere la gara. Una partita in cui i Bianconeri hanno pagato forse le fatiche delle ultime settimane, ma soprattuto hanno peccatto di superbia credendo di andare a Crotone a prendere tre punti facile. Evidentemente non aveva fatto i conti con i tenaci Calabresi guidati da Walter Zenga.

Il Crotone ha vinto con la forza delle motivazioni e del coraggio, oltre ad una buona tattica. La Juve ha commesso un passo falso che la mette in una posizione meno sicura nei confronti della corsa Scudetto contro il Napoli, che le recupera due punti. Tra i peggiori Dybala. Ormai quasi irritante. Un fanstasma in campo. Il rendimento del Campioncino argentino quest’anno ha subito degli alti e bassi incredibili passando da partite fenomenali a passaggi a vuoto clamorosi. Ci si domanda ancora una volta se questo sia un campione o un ottimo giocatore ma nulla più. Per Marchisio un’altra occasione sprecata e forse un’altra conferma che il fatto che Allegri gli preferisca anche Bentancur abbia delle solide motivazioni.

Flash

Unico giocatore all’altezza della situazione, come spesso gli accade ultimamente, è stato Douglas Costa. L’esterno brasiliano si ha messo ancora una volta in campo le sue grandissime doti, mettendo sulla testa di Alex Sandro il suo decimo assist stagionale. Douglas si è rivelato un acquisto ottimo e sarebbe da pazzi non riscattare il suo cartellino a fine stagione dal Bayern di Monaco. Dopo un avvio un po’ a rilento, in cui ha sofferto un breve periodo di ambientamento, l’esterno Carioca ha dimostrato tutto il suo talento meritandosi anche la maglia della Nazionale.

SEMrush

Montagne russe

Una giornata strana, che sembrava mettersi sulla buona strada con il Napoli in difficoltà in casa contro l’Udinese e la Juve in vantaggio a Crotone. All’intervallo i Bianconeri avevano guadagnato altri due punti sui rivali per la corsa Scudetto. Alla fine delle partita, invece, è stato il Napoli a recuperare due punti sulla squadra di Allegri. Una sfida Scudetto che vedrà il suo atto più importante domenica prossima all’Allianz Stadium alle 20:45. La Juve avrà a disposizione due risultati e il favore del pubblico, ma avrà di fronte un Napoli che vorrà giocarsi a pieno le sue possibilità con tutte le sue forze. Per vincere i Bianconeri dovranno fare una grande partita, ben diversa dalla prova scialba messa in scena in Calabria.

Partita che lascia l’amaro in bocca per come si era messa e per come si è conclusa. Una Juve stanca e svogliata, a tratti presuntuosa. I Bianconeri avranno la possibilità di giocare in casa la partita più importante, ma fallire potrebbe voler dire buttare all’aria l’intera stagione.

 

Leggi anche:

Rabbia e delusione: Juve a un passo dal miracolo

 

La Juve vede le Streghe, Dybala la salva

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.