Pescara e Cesena non rischiano e “patteggiano” (0-0)

244
Pescara-Cesena

Pescara e Cesena non si fanno male e spartiscono la posta in palio con uno 0-0 piuttosto sonnolento, che rimanda tutto alle ultime  tre giornate

Finisce con poche emozioni ed a reti bianche la sfida fra Pescara e Cesena. Ma per i bianconeri questo pareggio è decisamente diverso rispetto a quello ottenuto a Brescia dieci giorni fa, sia per il morale che per la classifica. Inoltre, allora i ragazzi erano apparsi da subito rinunciatari e svogliati, mentre ieri hanno lottato con più convinzione e spirito di sacrificio.

Nella giornata in cui festeggia le 250 presenze sulla panchina romagnola, Fabrizio Castori sceglie di attuare un ampio turnover e lascia a riposo Laribi, Kupisz e Perticone. E così, la sopresa di giornata è la presenza da titolare concessa ad Emmanuello, uno degli acquisti di Rino Foschi nel corso del mercato invernale, giocatore che fino a ieri era stato impiegato solo in modo marginale. Per il resto, spazio anche a Donkor, Vita e Dalmonte, rimasti in panchina contro il Frosinone sabato scorso.

Buoni, se non addirittura ottimi, i risultati provenienti dai campi ove erano impegnate le altre squadre in lotta per il mantenimento della categoria: Ternana e Pro Vercelli, già fanalini di coda, perdono e restano ferme a 37 punti, mentre 5 formazioni, fra cui il Cesena che ha mosso la classifica, stazionano ora nell’arco di soli 2 punti. Difficile prevedere quanti punti saranno ancora necessari per evitare i playout, ma tutto lascia pensare che i bianconeri stiano finendo il campionato in crescita, proprio come nella scorsa stagione (è però meglio sussurrarlo a bassa voce…).

SEMrush

Ma torniamo al racconto del match di Pescara. Nei primi 45′ pochissime le occasioni per sbloccare lo 0-0 iniziale: l’unica è dei padroni di casa, che dopo pochi minuti trovano pronto Fulignati a respingere il bel colpo di testa di Fiamozzi, perso con troppa facilità dai difensori bianconeri. Il Cesena invece non conclude mai verso la porta di Fiorillo, anche se può recriminare per un episodio in area pescarese: se tre giorni fa si brindava per il primo penalty concesso ai bianconeri in campionato, probabilmente ieri non ne è stato assegnato un altro per il tocco di mano di Gravillon sul cross ravvicinato di Jallow, cui sono seguite le vivaci ma inutili proteste romagnole. Sulla stessa falsariga anche la ripresa, con le due squadre abili a controllare ed evitare inutili rischi: da segnalare solo la punizione calciata da Chiricò dal limite dell’area a pochi minuti dal fischio finale, con Fiorillo sicuro a bloccare a terra la sfera.

Un pareggio giusto, che fa muovere ad entrambe la classifica. Sui singoli, ancora bene Scognamiglio nelle file del Cesena, mentre ancora siamo qui a cercare lo Jallow di fine 2017. Bene invece l’ex Valzania nel Pescara, visto che ha fornito una prestazione eccellente in termini di corsa e di gestione del centrocampo. Infine, si segnala una nutrita e calorosa presenza di tifosi cesenati giunti in Abruzzo per sostenere la squadra in questo finale di stagione, decisivo per le sorti (non solo sportive) del club.


Articolo in collaborazione con www.cesenamio.it. Testo di Filippo Maestri
Immagine tratta dal sito www.legab.it

Previous articleOrgogliosamente Grazie Roma!
Next articleMagica Dea, è di nuovo il tuo momento!
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.