Il peso dei numeri 10

289

Non appena arrivato ad Udine, il trequartista Rodrigo de Paul ha deciso di indossare la casacca numero 10, numero di un certo peso nella storia friulana.

Rodrigo de Paul, argentino classe ’94, ha dimostrato al suo arrivo ad Udine, di non sentire il peso e l’importanza della storia friulana ne tantomeno dei significati che possano avere in termini di ricordi e di uomini che hanno scritto la storia dell’Udinese.

Il ragazzo, ha subito indossato la maglia che fu di Zico e recentissimamente da Antonio Di Natale, ma quello che ci si chiede adesso: “se la merita da subito o è ancora troppo presto?”

Solitamente un numero così importante simboleggia colui che deve prendere per mano la squadra e trainarla verso traguardi e obiettivi stagionali prefissati dalla società, attraverso carisma e bravura tecnica e tattica. Un numero dieci deve saper essere un esempio per i compagni.

Al momento tutte questi punti, non corrispondono a quel che si è visto in campo, con il trequartista argentino che ha faticato non poco nel comprendere il nostro calcio, e spesso e volentieri si è trovato, intestardito, nel tentare trame solitarie e dribbling di troppo che hanno fatto storcere il naso a molti supporters della squadra friulana.

Con l’arrivo di Del Neri e un modulo a lui più congeniale, sembra poter riuscire a cambiare l’andamento molto negativo di questa stagione. Ma, sempre troppo poco, riguardo a quel che significa quel numero per la storia friulana.

LA SCHEDA – Rodrigo de Paul ha cominciato la sua trafila calcistica giovanile nel Racing di Avellaneda. Con la stessa società ha esordito e giocato nella massima serie argentina, giocando anche 2 partite nella Copa Sudamericana.

Il 9 maggio 2014 il passa al Valencia, che lo fa esordire in Liga il 23 agosto seguente durante trasferta sul campo del Siviglia, facendosi espellere appena un minuto dopo il suo ingresso in campo. Per il primo gol in campionato bisogna attendere il 9 aprile 2015 sul campo del Bilbao.

Il 4 febbraio 2016, ritorna in patria, nuovamente nel Racing Avellaneda rimanendo in prestito fino al termine della stagione. Fino ad arrivare a quest’estate, quando viene acquistato dall’Udinese, firmando un contratto di 5 anni.
Esordisce nella brutta serata di Coppa Italia, siglando una delle marcature che non impediscono alla compagine friulana di uscire sconfitta in casa propria, dallo Spezia.

FUTURO? – L’età del calciatore porta a migliori margini di miglioramento, indubbiamente, ma l’importanza e il peso del numero dieci, dovrà rendere il ragazzo più responsabile e consapevole dei propri mezzi, mettendoli al servizio dell’Udinese e non pensando a ipotetici futuri oltre Udine.

Perchè un numero dieci rappresenta la bandiera di una maglia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.