Pogba 105 milioni? Mmm non proprio…

247

Dopo una lunga telenovela, durata un’intera estate, Paul Pogba lascia la Juventus per il Manchester United, al prezzo record di 105 milioni di euro.

Si è discusso per mesi della cifra record da corrispondere alla Juve in caso di partenza del francese, sono state sparate cifre su cifre, fino all’arrivo dell’ufficialità di stanotte, come certificato dal comunicato ufficiale bianconero: “Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato l’accordo con la società Manchester United Football Club Limited per la cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Paul Labile Pogba per un importo di € 105 milioni pagabili in due anni. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di € 5 milioni al verificarsi di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale.

Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 72,6 milioni, al netto del contributo di solidarietà e degli oneri accessori.”

Come spiegato anche dalla Gazzetta dello Sport, lo United, si, verserà 105 milioni in due anni nelle casse bianconere, ma questa cifra si suddivide in ben 25 milioni di commissione, che la stessa società bianconera verserà nelle casse del manager Mino Raiola, più 5 milioni di contributo di solidarietà da suddividere tra le squadre in cui Pogba è stato tesserato in precedenza, ovvero: Juventus, Manchester United, Le Havre, Torcy e Roissy-en-Brie, di questi 5 milioni, 2 entreranno nelle casse bianconere.

Si può quindi dire, che la Juventus, dalla cessione del suo ex numero 10, incasserà “solo” 73 milioni sui 105 di cui tanto si è parlato durante l’estate.

Certo, sono comunque cifre record, ma se paragonate a quelle investite per Higuain e a quelle di cui si è parlato tutta l’estate, nonostante il Manchester l’abbia ricomprato a 105 milioni, quattro anni dopo averlo lasciato andare via a parametro zero, più di un tifoso storcerà il naso…

Leggi anche…

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.