Potevamo saperlo che…Giotto, la sua ex, Lappagoal e l’Atalanta

232

Potevamo saperlo che…deduzioni logiche e commento ironico della dodicesima giornata di serie A: Pjanic, Salah, Lapadula e l’Atalanta ecco i temi centrali

POTEVAMO SAPERLO CHE: GIOTTO L’HA DISEGNATA PERFETTA

Potevamo saperlo che…Pjanic sì o Pjanic no? Non si esprime come quando era alla Roma, Non si sa che ruolo ha. Può giocar dietro o solo davanti? Dubbi e dubbi su un giocatore fantastico, uno che Zampa chiamava Giotto. Stiamo parlando di un pittore di parabole e punizioni, bello come Del Piero dai 30 metri. Eccolo lì il capolavoro che scandaglia Sorrentino e il Chievo: palla all’incrocio, diretta, invisibile e potente. La Juve a Verona contro il Chievo ricorre a un pittore, ricorre a Giotto e potevamo saperlo, proprio nel momento in cui era più criticato? Un artista non si discute mai!Ricordatevelo è uno che in cinque A ha fatto 12 goal su punizione

POTEVAMO SAPERLO CHE….TRE SALAH- MELLE E LA ROMA PERSISTE

Sono tre Salah -melle quelle che l’egiziano infila al Bologna. La Roma persiste a inseguire la Juve grazie al cocktail africano Masina-Salah. No, anzi non è corretto. Grazie al nono goal di Momo in 16 partite stagionali. E’ una delle sue medie migliori! Si vede che Spalletti ha capito come si fa con lui: nessun vincolo, praterie, dribbling e lui c’è sempre! Potevamo saperlo che questo fosse il vero Salah? Sì dai, a parte, la parentesi Garcia, anche a Firenze era così. Gode l’ex di Pjanic almeno fino a gennaio, quando poi l’egiziano partirà per l’Africa, per la Coppa. Riuscirà Elsha, l’italiano-egiziano a sopperire alla sua mancanza? Occhio questo non si sa se possiamo già saperlo

POTEVAMO SAPERLO CHE…LAPPA, SPECIALGOAL: LAPPAGOAL

Finora era un acquisto sbagliato o troppo fuori luogo. Fino ad adesso aveva solo dimostrato voglia di fare, grinta e voglia di combattere fra le difese avversarie. Nulla di più, nulla che valesse quei 9 milioni di euro investiti da Galliani. Montella, tuttavia,c’ha sempre creduto o almeno c’ha provato. Stava diventando il solito giocatore, che dalla serie B, spreca le occasioni in A e si ritrova di nuovo fra i cadetti a gennaio o a far il salvatore della patria presso squadre vicine alla retrocessione. Ora tutto cambia. A Palermo, al minuto ’82 muta la storia di Gianluca Lapadula, che presto diventerà #Lappagoal. Ma che goal! Ha fatto!!! Non male come primo goal in serie A: Suso calcia dall’angolo un sinistro bordata, tutti si aspettano l’ennesima risposta di Posavec (una battaglia personale senza tregua fra i due), ma Lappagoal tocca con quel tacco da dietro che ricorda Menez, Ibra e Palacio del derby. Guarda caso Lappagoal è pronto alla stracittadina e ora che farà Montella con l’apatico Carlos BACCA? Ora ditemi se, alla tredicesima giornata, potevamo saperlo che Lappadula potesse giocar titolare al derby d’andata? Questo è quel che ci piace del nostro campionato!

Gift card 300x250

POTEVAMO SAPERLO CHE…BERGAMO RESPIRA ARIA DI MONTAGNA come ANNI FA

A Bergamo si respira aria di montagna e si sa vicino c’è la valle delle Alpi Orobie. Ma non stiamo scrivendo un articolo geografico, c’è un altro motivo che fa respirare aria buona: quinto posto ala seconda sosta autunnale. Che dire! Potevamo saperlo? No, è doveroso fare i complimenti a Gasp e ai suoi ragazzi. Come vent’anni fa, quando c’era Valvassori e i suoi giovani gioiellini: Doni, i Zenoni, Donati, Bellini e Zauri. Come allora, quest’anno i volti sul taccuino degli osservatori sono: Conti (2 goal in stagione), Caldara (già 2 goal in A), Petagna (3 goal), Spinazzola, Freuler, Kessie (già elogiato più volte) e infine il vero leader, il nuovo Denis o rifacendosi al passato, il nuovo Doni: Gomez Alejandro. Ragazzo duttile, veloce, tecnicamente valido, assist man e uomo d’area, idolo dei tifosi e guida spirituale degli orobici. E’ lui l’uomo, che cambia la marcia dell’Atalanta ed è grazie a lui che la Dea si gode il quinto posto. Che Gomez maturasse così non potevamo proprio saperlo. Probabilmente a lui e ai compagni piace l’aria d’altro grado, l’aria di montagna. 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.