Potevamo saperlo che…il derby, il piccolo uomo e il ninja

276

Potevamo saperlo che…analisi di una giornata di serie A dove la Juve non molla, pur in un combattutissimo derby e la Roma si prepara alla grande sfida. Intanto il Crotone finalmente ne vince una

Gift card 300x250

Potevamo saperlo che…il derby finora più bello – sfida Higua – Gallo Belo

Diciamocela tutta, generalmente all’80% vince sempre la Juve nel derby della Mole.Infatti 3-1 per i bianconeri. Ma quanto è stata piacevole ed esaltante questa stracittadina??? Con il Toro in parità fino al 37′ del s.t. ? E che Toro! Strepitoso nei primi venti minuti con il Gallo Belo Belotti a trasformare un assist ottimo di Benassi. Che centravanti puro questo ragazzo: lotta, forza fisica, potenza e concretezza.

Poi la risposta di Higuain, col tocco di suola. Una battaglia fisica, agonistica, caratteriale e dinamica. Un derby così non si vedeva dal 3-1 al 3-3- di anni fa. La risolve l’uomo con la pancia, l’uomo meno leader della squadra, mister 90.000 milioni: insomma Gonzalo Higuain! Aggiramento a scavalcare l’ingenuo Barreca e bomba sotto le gambe di Hart. Chiude il tutto Pjanic, da cecchino puro sotto rete. Onore al Toro che ha disputato una sfida alla pari, non ha mai avuto paura e ha più volte terrorizzato la Vecchia Signora. Potevamo aspettarcelo? No. Complimenti Mihajlovic il tuo Toro cerca sempre di incornare l’avversario. Complimenti Juve perché ci credi sempre più di tutti.

Potevamo saperlo che…un piccolo uomo, una grande storia

Con un 0-5 a mezzogiorno, che fa parlare di pranzo o meglio maialino indigesto domenica scorsa, il Napoli liquida un Cagliari domato e subissato. Perfetti i partenopei, guidati da un nuovo idolo Marek Hamsik (primo fra i centrocampisti ad apparire fra i marcatori con 5 reti) e dalle sfuriate micidiali dei suoi singoli: Callejon, Zielisnki, Insigne, Allan e sopratutto l’uomo che domenica ha fatto la storia: Mertens.Tripletta ed ecco la vittoria più larga in terra sarda per il Napoli. Non ci sarà Higuain, ma fra piccoletti e tiratori il Napoli per la Champions c’è. E se questo potevamo saperlo, certamente non potevamo sapere che Mertens diventasse così importante.

Potevamo saperlo che…ecco la vice Juve e ci vuole un super Ninja per dirlo

Roma – Milan era la sfida più delicata per il secondo posto, ovvero l’inseguitrice ufficiale della Juve. Dal campo esce vincente la Roma. Ovviamente ringraziando mister Palermo due, alias Niang, che non contento della domenica precedente, dal dischetto si fa ipnotizzare da un Szczesny mai così importante. Finora 3 rigori parati da inizio stagione e 6 goal senza subire reti. Il grande protagonista è tuttavia un altro. Un idolo dei giallorossi, un centrocampista, un lottatore, uomo di sostanza e tecnica, grinta da leone, potenza e agilità: un nome solo Radja Nainggolan. Un goal potente e cecchino. Come quel tiro che da fuori area infilza Donnarumma con un sinistro a fin di palo. Così fra grandi bomber presenti (Dzeko o Lapdula) o assenti (Bacca- Salah) la spunta Nainggolan. Potevamo saperlo? Ora lo sappiamo la Roma è l’anti Juve e sabato sera c’è Juventus – Roma #JuventusRoma entriamo subito in clima grande match: lo stesso belga stuzzica Pjanic, ex compagno: “Io non andrò mai alla Juve” . Sì, ci siamo, come due anni fa: è Juve – Roma

Potevamo saperlo che…sul cadavere Pescara il Crotone c’è 

Potevamo saperlo che…una squadra arrivata lo scorso anno seconda con 82 punti in serie B arrivasse a vincere la prima partita di serie A alla sedicesima giornata? Ma certo che NO. Eppure può capitare in serie A. Pensare poi che il Pescara non ne ha vinto nemmeno una??? Ad ogni modo gli squaletti ce l’hanno fatta, dopo mille patiboli e sfortune, ivi comprese sconfitte immeritate. Innanzitutto complimenti Crotone. Non è una squadra che gioca un bel calcio, ma sa farsi pericoloso in fase di rimessa. Spreca poco, segna poco, ma ci mette tanto animo e merita i suoi nove punti. L’Empoli è lì a meno 2 ed è doveroso crederci. Quindi più convinzione e meno distrazioni. Ora Nicola in bocca al lupo per la salvezza. Potevamo saperlo che la tua salvezza cominciasse alla sedicesima giornata? No, ma tutto sommato ci fa piacere che sia così.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.