I principali campionati di rugby al giro di boa

296

E’ iniziato il girone di ritorno nei campionati professionistici europei: Wasps (Premiership), Munster (PRO12) e Clermont (Top 14) guidano le classifiche

Cominciati tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, i principali campionati professionistici del Vecchio Continente negli ultimi giorni del 2016 hanno completato la loro fase ascendente, ovvero il girone d’andata. La lunga sosta di novembre per lasciar spazio ai Test Match internazionali ed il doppio stop di due settimane in concomitanza con i primi 4 turni di Champions e Challenge Cup hanno dilatato un po’ i tempi, ma anche grazie alla clemenza del meteo, tutto è filato liscio e solamente una è la partita da recuperare (Zebre-Connacht). Vediamo in rapida carrellata gli spunti più interessanti e la situazione di classifica.

Aviva Premiership

In Inghilterra due squadre stanno dominando la scena, i Wasps (47 punti) ed i Saracens (46), entrambe con 10 vittorie e 2 sole sconfitte nelle 12 partite fin qui disputate: mentre le vespette con un gioco spettacolare vincono segnando tantissimo (48 mete) ma concedendo anche molto, i sarries hanno nella solidità difensiva (9 mete concesse) il loro principale punto di forza. Due filosofie di gioco differenti, ma che stanno portando entrambe ad ottimi risultati, non solo in campionato, ma anche il Champions Cup dove la qualificazione è per loro ormai ad un passo. Le inseguitrici più agguerrite sono al momento Exeter Chiefs (39) e Bath (37), mentre paiono in difficoltà due delle favorite della vigilia, Leicester Tigers (5°) e Northampton Saints (6°) per ora fuori dalla zona playoff. In coda, dopo 10 sconfitte iniziali consecutive, si è svegliato il Bristol (12) che con due successi nelle ultime due partite si è riportato a solo due punti dai Worcester Warriors (14), riaprendo così la lotta salvezza che a questo punto vede coinvolti anche i Sale Sharks (19). Senza infamia e senza lode il campionato di Harlequins, Newcastle Falcons e Gloucester, tranquilli a metà classifica, ma senza troppe ambizioni.

Guinness PRO12

La Celtic League vive per ora della sfida a distanza tra franchigie irlandesi e gallesi, con le scozzesi in difficoltà e le italiane, al solito, che chiudono la classifica. Attualmente è il Munster (46 punti) a guidare la classifica dall’alto delle sue 10 vittorie in 12 partite, ma gli Ospreys (44) seguono a brevissima distanza, mentre il Leinster (41) chiude il terzetto isolato in vetta. Il quarto posto, l’ultimo utile per i playoff sarà affare di molti, con gli Scarlets ed i Glasgow Warrios appaiate a 36 punti ed Ulster che segue a 32 con una partita in meno. Sembrano invece già fuori gioco tutte le altre, compresi i campioni in carica di Connacht che languono all’ottavo posto con 21 punti. In coda solito duello italiano tra Benetton Treviso (11) e Zebre (9) per evitare l’ultimo posto e qualificarsi alla prossima Champions Cup (l’altra va in Challenge). Qui, la mancanza di retrocessioni, diversamente dagli altri campionati, rende un po’ più serena la vita nei bassifondi della classifica.

Top 14 Orange

Il campionato francese è già giunto alla 14^ giornata, la prima del girone di ritorno, ma sarà comunque l’ultimo a concludersi, a giugno, visto il format più abbondante rispetto ai campionati britannici. Una “strana” coppia in testa alla classifica (46 punti), gli attesi ed ormai habitué di Clermont Auvergne e la sorpresissima La Rochelle, solamente al secondo anno di Top 14: se infatti i jeuanards sono là, dove tutti quanti i aspettavano di trovarli e certamente arriveranno fino in fondo, l’Atlantique è la nota lieta di stagione visto che giornata dopo giornata stanno meritando questa eccezionale vetrina. La classifica è comunque ancora molto corta e le corazzate costruite per vincere non hanno perso troppo terreno: Montpellier Herault (42) e RC Toulon (41) occupano la terza e la quarta posizione, in piena corsa per i playoff, mentre al momento sono Castres Olympique (39) e Stade Toulousain (38) a chiudere la zona barrage. Ma diverse squadre sono in corsa per questo obiettivo e chi presto si troverà fuori dalla Champions Cup potrà dedicarsi totalmente al campionato, provando a risalire posizioni. In quest’ottica, sono soprattutto Bordeaux Bégles (36) e Racing 92 (36) le principali candidate ad insidiare chi precede. Non si possono certamente rilassare, ma al momento appaiono piuttosto tranquille di mantenere il posto in Top 14 la Section Paloise (33), il deludente Stade Francais (33) di capitan Sergio Parisse ed il Brive (32), mentre deve stare con gli occhi ben aperti il Lyon (28), con Grenoble (18) e Bayonne (16) che oggi sarebbero retrocesse in Pro D2.


Immagine tratta dal sito www.planetrugby.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.