Profondo Granata: Benassi, l’alchimista

268

L’ alchimista è una figura esoterica che come fine si pensava avesse quello di trasformare il “piombo” in “oro”. Ad oggi c’è un giocatore che più di tutti incarna questo principio.

Il concetto di base dell’alchimia è la trasmutazione di qualcosa considerato negativo, in qualcos’altro considerato positivo e perfetto. Ad oggi c’è un giocatore che più di tutti incarna questo principio. Marco Benassi. Perché?

Aveva diciannove anni. È arrivato in punta di piedi, senza troppe aspettative. Per qualche motivo piaceva molto a Ventura, che non perdeva occasione per schierarlo. Purtroppo, i più, non vedevano granché in quel giovane centrocampista dall’aspetto sbarazzino. Il primo anno, a causa di alcuni errori che sono costati caro alla squadra, è spesso stato accompagnato in campo da fischi e giudizi impietosi.

Quei giudizi lo hanno accompagnato anche la stagione seguente. Pochi sembravano credere veramente in lui, così, per soli 3,5 milioni è stato strappato dalle grinfie dell’Inter. Benassi, però, non ha mai abbassato lo sguardo. Non ha mai ceduto alle voci e alle pressioni. Ha sempre lavorato sodo e, migliorando ogni giorno e dando continuità alle proprie prestazioni, si è guadagnato la fascia da capitano dell’Italia under 21.

Con determinazione e voglia di mettersi in discussione quest’estate è entrato nelle grazie di Mihajlovic. Il posto da titolare, però, non era ancora sufficiente, così, partita dopo partita, si è conquistato anche la fascia da capitano del Toro, ambita da migliaia di sognatori, sudata da poche leggende. Ad oggi inoltre è, insieme a Baselli, uno dei centrocampisti più prolifici della serie A. Cosa più importante però, ha trasformato i fischi che lo hanno accompagnato all’inizio del suo viaggio in applausi.

Risiede dunque qui l’essere alchimista di Benassi. Spero che questa storia duri ancora a lungo e tenga in serbo per tutti molte sorprese, perché questo Toro, può davvero tutto.

FVCG!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.