Reggina e Crotone: una va forte, l’altra rallenta…

334

Reggina e Crotone: una va forte, l’altra rallenta…

REGGINA E CROTONE: MOMENTI DIVERSI

Salve a tutti, cari amici tifosi! Nell’ultimo articolo, ci eravamo lasciati con le novità degli amaranto riguardanti il mercato, finalizzate a migliorare i valori in campo. Nel presente, invece, voglio parlarvi delle ultime mosse del DS Martino, sempre arguto e attento, nonché deciso a dare il meglio alla sua Reggina.

Bene! La Reggina dello Stretto di Karel Zeman è stata recentemente arricchita da volti e, soprattutto, da talenti nuovi in campo. Per rinfrescarvi la memoria, vi elenco alcuni nomi: si parla del centrocampista arrivato dal Frosinone Fabio Savone o dell’offensivo Donigatti; ancora del senegalese Amath Lo .

Sul comunicato della sessione di mercato della Reggina 1914, si legge chiaramente che sono stati portati a buon fine gli acquisti e le cessioni  dei seguenti players:

  • Christian Silenzi, giovanissimo centrocampista treviggiano, classe 1997
  • Andrea Romanò, di 23 anni , anch’egli centrocampista e nato a Como
  • Vincenzo Tommasone, questa volta attaccante , ma allo stesso modo giovanissimo (21 anni)
  • Domenico Mazzone, proveniente dal Pescara, 19 anni: ancora giovanissimi!

Per le operazione in uscita, ovvero per quanto riguarda i giocatori che salutano la Reggina, abbiamo:

  • Francesco Pelosi, che ora è rossoverde, ceduto alla Ternana
  • Salvatore Castaldi, alla Nocerina
  • Alessio Silvestri, ora della cittanovese
  • Emanuele D’Ambrosio al San Severo

Infine, per la nostra Reggina, risolti consensualmente i contratti con:

  • Domenico Brunetti
  • Cosimo Forgione
  • Giuseppe De Marco

Insomma: la nostra Reggina non si è di certo fatta mancare nulla! Quello che noto però, andando a curiosare nei profili dei vari acquisti della Signora color amaranto è che tutti, ripeto tutti, sono dei giocatori sicuramente molto, ma molto giovani. In giro per il web ho notato numerosi commenti su questo aspetto: c’è chi la definisce una squadra-baby. In questo, però, ho notato una vena di sarcasmo: e perché? Non è mica detto che il detto “gallina vecchia, fa buon brodo”  valga in modo universale?! Io sono fiduciosa e, allo stesso modo, credo anche tutti gli altri tifosi. Credo in Martino e credo nelle sue azioni: questi volti, freschi e nuovi, questi talenti brillanti saranno non solo attivissimi in campo, ma anche arguti e scattanti e grazie alla grinta, che è propria dei giovani, la Reggina otterrà risultati sicuramente soddisfacenti.

Adesso, restando sempre nella mia amata regione Calabria, passiamo ora alle performance dei cosiddetti “squaletti”: il Crotone.

Credo che tutti abbiate visto il triste epilogo di Crotone-Genoa terminata 1-3.

Prima di esprimermi, voglio illustrarvi brevemente il pensiero di mister Davide Nicola: egli, infatti, si definisce “soddisfatto a metà”. Ecco: dopo un primo goal arrivato al ’33, con tanto di gioia dei calabresi inizia la discesa in picchiata degli “squaletti”. Nicola si dice sicuramente soddisfatto di come la sua squadra abbia messo in seria difficoltà quella di Juric, nei primi minuti; ma si dice, allo stesso tempo, amareggiato per le tante occasioni perse in campo, che potevano essere colte e portate, di conseguenza e probabilmente, ad un epilogo più felice. E’ questo un velato monito che mister Davide fa ai suoi?

Personalmente, dopo la sconfitta del Bologna, credo che il Crotone avrebbe potuto fare sicuramente meglio con il Genoa, questo non si può certamente negare. Riconosco, tuttavia, alla squadra rossoblu (come ho detto nell’articolo sulla sconfitta col Bologna) che sicuramente si vede fra i ragazzi la voglia di resistere e di dare il meglio di se stessi in campo, nonostante tutto.

Penso che la volontà e la determinazione, in campo, sia una fiamma che mai dovrebbe spegnersi; e, la stessa, dovrebbe continuamente animare l’animo di ogni giocatore, non importa di che livello.

Nella terza giornata, vedremo i nostri squaletti ritentare la vittoria con l’Empoli e poi, nella quarta con il Palermo.

Intanto la società ha lavorato con dovizia sul mercato. Specialmente nell’ultima giornata con l’arrivo di Falcinelli e Trotta. Si tratta di ottimi innesti in grado di migliorare notevolmente il reparto offensivo. Se il primo già s’è messo in luce con buone giocate e qualche rete in serie A lo scorso anno, grazie anche alla splendida annata del Sassuolo; l’altro, di contro, è un oggetto misterioso, di cui s’è parlato molto bene in serie B e che ancora può esplodere in A. Dunque due rinforzi da serie maggiore e capaci di alzare notevolmente il deficit sotto rete degli avanti calabresi. 

Attenderemo insieme Domenica 11 Settembre, per sostenere come sempre anche il nostro Crotone, carichi come sempre!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.