Rio 2016: Beach volley maschile

285

Rio 2016, Beach Volley Maschile: i giochi olimpici dedicati a questa competizioni si aprono con Carambula-Ranghieri, i non esperti però potranno dire, ma cosa è il beach volley?

Cerchiamo di spiegarlo in poche parole, il beach volley è la classica pallavolo ma giocata su sabbia e con solo due giocatori, ma al contrario della pallavolo non si arriva a 25 punti ma a 21, i set sono al meglio di tre, in caso di parità al termine del secondo set, il terzo e ultimo set si assegna alla squadra che ottiene per prima 15 punti con un vantaggio minimo di due punti, invece nella pallavolo si arriva fino al quinto set.

La formula del torneo olimpico di beach volley prevede che le prime due squadre di ognuno dei cinque gironi da quattro nazioni accedano agli ottavi di finale ai quali hanno accesso anche le due migliori terze. Le altre coppie classificatesi al terzo posto disputeranno gli spareggi (lucky loser) per poter anch’esse qualificarsi agli ottavi.

Dopo questa breve spiegazione, andiamo a conoscere i nostri atleti, Adrian Carambula è di origine uruguayana naturalizzato italiano, classe 1988, specialista della “Skyball”, con il suo metro e ottanta centimetri di altezza è tra i giocatori più bassi del circuito ma non per questo non è “all’altezza”.

Alex Ranghieri è nato a Pordenone nel 1987, due metri di altezza,aiuta il compagno con i muri.

Alle 10:00 a Rio ( 15:00 italiane) hanno sfidato la coppia austriaca composto da Clemens Doppler e Alexander Horst, vincendo nettamente 2a0 ( 21-14, 21-13), inaugurando il debutto nella competizione olimpica con una vittoria e delle grandissime giocate, le “skyball” di Carambula tutte in campo ( aiutate anche dal vento) e i muri di Ranghieri hanno permesso alla formazione italiana di vincere facilmente contro la formazione austriaca, nettamente favorita visto che partecipa ai giochi olimpici per la terza volta.

Una bella squadra che nel giro di due anni è riuscita a fare delle ottime cose tra le quali due vittorie nel World tour e un secondo posto agli Europe e adesso anche un bel debutto ai giochi olimpici di Rio 2016.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.