Road to Russia 2018: il commento delle qualificazioni

247

Russia 2018 – Italia brutta ma vincente; deludono Francia ed Argentina; si qualificano Belgio, Corea del Sud e Arabia Saudita

Continuano le grandi sorprese nelle gare di qualificazione per Russia 2018. Vediamo, di seguito, la situazione aggiornata di ogni singola confederazione a due giornate al termine.

UEFA

Dopo la scoppola subita lo scorso week end, l’Italia torna alla vittoria. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia gli uomini di Ventura battono 1-0 l’Israele: decide il match il solito Immobile. Continua, invece, l’inarrestabile marcia della Spagna. Le furie rosse si divertono vincendo 8-0 in Lichtenstein: a segno due volte Iago Aspas, Morata, poi Sergio Ramos, Isco, David Silva e autorete di Goppel. Nell’altro match del gruppo G, Macedonia ed Albania pareggiano 1-1 (a segno Roshi e Trajkovski su rigore).

SEMrush

Nel gruppo A la Francia ora rischia: con il clamoroso 0-0 casalingo con il Lussemburgo i transalpini hanno soltanto un punto di vantaggio su Svezia (4-0 in Bielorussia), quattro sull’Olanda (3-1 alla Bulgaria).

Continua il duello a distanza fra Svizzera (prima) e Portogallo (secondo) nel gruppo B: gli elvetici, favoriti, vincono 3-0 il Lettonia; i lusitani, a loro volta, vincono 1-0 un Ungheria.

Nel gruppo C non arriva ancora la matematica per la Germania: i panzer, nonostante il tennistico 6-0 rifilato alla Norvegia, devono attendere la prossima giornata per staccare il pass. L’Irlanda del Nord, dopo il secco 2-0 rifilato alla Repubblica Ceca, è sicuro di partecipare ai play-off.

Nel gruppo D la Serbia prende il largo. Gli uomini del ct Muslin, dopo la vittoria per 1-0 in Irlanda, hanno quattro punti di vantaggio sul Galles (2-0 in Moldavia), cinque su quelli del ct O’Neill.

Combattutissimo il gruppo E. Al primo posto, dopo il 3-0 con il Kazakistan, c’è la Polonia; a tre punti ci sono Montenegro (1-0 in Romania) e Danimarca (4-1 in Armenia).

Quasi fatta, nel gruppo F, per l’Inghilterra. Dopo il 3-1 inflitto alla Slovacchia, gli inglesi hanno cinque punti di vantaggio sugli slovacchi. Slovenia e Scozia rientrano così in corsa per la lotta play-off: gli uomini del ct Katanec rifilano un poker alla Lituania, gli scozzesi battono 2-0 Malta.

Nel gruppo H il Belgio vola alla fase finale: la qualificazione arriva con il 2-1 in Grecia. Al secondo posto c’è ora la Bosnia: i Dragoni, in scioltezza, vincono 4-0 in Gibilterra.

Il raggruppamento più equilibrato ed avvincente, è senza dubbio, il gruppo I. Al primo posto ci sono ora Croazia ed Islanda, a due punti seguono Turchia ed Ucraina: i croati perdono 1-0 in Turchia, gli islandesi vincono 2-0 in casa con gli ucraini.

CONMEBOL

Con il Brasile già qualificato, fari puntati sulla lotta per i tre posti (quattro compreso quello per i play-off d’interzona) rimanenti per la qualificazione. Sono ben sette squadre coinvolte in questa lotta: di queste vincono Perù (2-1 in Ecuador) ed Uruguay (2-1 in Paraguay), perde il Cile (sconfitto 1-0 in Bolivia), pareggiano Argentina (1-1 in casa con il Venezuela) e Colombia (1-1 in casa con il Brasile).

AFC

Volano in Russia Iran e Corea del Sud (gruppo A), Giappone ed Arabia Saudita (gruppo B). Ai play-off Siria e Australia.

CONCAF

Con il Messico già qualificato, da stabilire ancora le due qualificate più la partecipante agli spareggi d’interzona. Quasi fatta per il Costa Rica (1-1 in casa con il Messico), lotta aperta fra Panama (3-0 al Trinidad & Tobago), Usa ed Honduras (1-1 nello scontro diretto).

OFC

Nuova Zelanda qualificata agli spareggi d’interzona. Dopo il netto 6-1 della gara d’andata, gli uomini di mister Hudson pareggiano 2-2 in casa delle Isole Salomone.

CAF

Nel gruppo A la qualificazione se la giocano Tunisia e RD del Congo: nello scontro diretto, 2-2 allo stadio Martyrs di Kinshasa.

Stesso discorso nel gruppo B. Nigeria e Zambia lotteranno per la qualificazione: 1-0 in Algeria per i Chipolopolo, 1-1 casalingo per i leoni indomabili.

Nel gruppo C giochi riaperti: la capolista Costa d’Avorio cade 2-1 in casa con il Gabon (terzo a meno due dalla vetta), si riavvicina il Marocco (0-0 in Mali), secondo a meno uno.

Equilibrato anche il gruppo D. Burkina Faso (2-2 con il Senegal) e Capo Verde (2-1 in Sud Africa) guidano la classifica, segue il Senegal ad un punto di distanza.

Infine, nel gruppo E, al primo posto c’è sempre l’Egitto. I faraoni, in casa, battono e superano l’Uganda (1-0 il risultato finale). Più defilato, e quasi eliminato, il Ghana (5-1 sul campo della Repubblica del Congo).

Per vedere tutti i risultati e le classifiche aggiornate clicca qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.