Road to Russia 2018: il commento delle qualificazioni

195

Russia 2018 – disfatta Italia, 0-3 in Spagna e addio alla qualificazione diretta; volano alla fase finale Giappone e Messico

In questo week end, fermi i campionati, si è scesi in campo per le qualificazioni ai prossimi mondiali che si disputeranno in Russia la prossima estate. Vediamo, di seguito, la situazione aggiornata di ogni singola confederazione.

UEFA

Disfatta Italia. Scelte di formazione sbagliate (un 4-2-4 fin troppo offensivo) e giocatori fuori ruolo. Gli azzurri tornano dalla trasferta in Spagna con un pesantissimo 0-3: autentico protagonista Isco, autore di due splendidi gol; il tris è firmato dall’ex juventino Morata. Negli altri due match del gruppo G, vittorie per Albania (2-0 al Liechtenstein) e Macedonia (1-0 in Israele).

SEMrush

Nel gruppo A al primo posto in solitaria c’è la Francia: in casa i transalpini rifilano un poker ad una deludentissima Olanda. La Svezia, seconda in classifica, ora rischia: dopo la sconfitta per 3-2 in Bulgaria gli svedesi hanno solo un punto di vantaggio sui bulgari.

Nel gruppo B continua la lotta fra Svizzera (prima) e Portogallo (secondo): i rosso crociati rifilano un tris ad Andorra, i lusitani si divertono battendo 5-1 le Isole Far Oer.

Quasi tutto deciso nel gruppo C. Al primo posto, saldamente, c’è la Germania: i panzer tedeschi passano 2-1 in Repubblica Ceca. Al secondo, con ben 7 punti di vantaggio sul terzo, c’è l’Irlanda del Nord: i bianco-verdi, in scioltezza, passano 3-0 a San Marino.

Lotta aperta nel gruppo D. Al primo posto c’è sempre la Serbia (3-0 secco alla Moldavia), per il secondo posto è lotta a due fra Irlanda (1-1 in Georgia) e Galles (1-0 all’Austria).

Stesso discorso per il gruppo E. La Polonia, prima, subisce un pesantissimo 0-4 in Danimarca. Con questa vittoria, i danesi, insieme al Montenegro (3-0 in Kazakistan), si portano a tre punti dalla vetta.

Nel gruppo F, per la qualificazione diretta, sarà quasi sicuramente lotta a due fra Inghilterra e Slovacchia: i tre leoni vincono facilmente 4-0 a Malta, le Repre battono 1-0 la Slovenia.

Nel gruppo H il Belgio, dopo la goleada a Gibilterra (9-0 il risultato finale), si avvicina a grandi passi alla qualificazione diretta. Per il secondo posto è bagarre: se lo contenderanno Grecia (0-0 all’Estonia), Bosnia e Cipro (3-2 per i ciprioti nello scontro diretto).

Infine, nel gruppo I, tutto ancora è da decidere. Al primo posto, causa il rinvio del match Croazia – Kosovo, c’è ora l’Ucraina: gli uomini di Shevchenko, in casa, battono 2-0 la Turchia. Rallenta, invece, l’Islanda: gli uomini di mister Hallgrimsson, clamorosamente, sono sconfitti 1-0 in Finlandia.

CONMEBOL

Con il primo posto ormai deciso (Brasile già qualificato; 2-0 casalingo all’Ecuador), per gli altri tre posti (quattro se si conta anche l’accesso ai play-off), è bagarre. Eliminando Bolivia e Venezuela già eliminate, sperano ancora ben 7 squadre ovvero Colombia (0-0 in Venezuela), Uruguay ed Argentina (0-0 nello scontro diretto), Cile e Paraguay (3-0 per l’albirroja nello scontro diretto), la sorpresa Perù (2-1 alla Bolivia) ed Ecuador.

AFC

Dopo l’Iran (gruppo A) anche il Giappone (gruppo B) si qualifica: decisivo il 2-0 all’Australia nella penultima giornata. Per gli altri due posti disponibili è lotta nel gruppo A fra Corea del Sud (0-0 con l’Iran), Siria (3-1 al Qatar) ed Uzbekistan (sconfitto 1-0 in Cina); nel gruppo B fra Arabia Saudita, Australia ed Emirati Arabi Uniti (vittoria per 2-1 sui sauditi).

CONCAF

Anche il Messico raggiunge la fase finale: decisiva la vittoria interna per 1-0 con Panama. Quasi fatta anche per il Costa Rica (2-0 negli Usa). Per il terzo posto è lotta, invece, fra Usa, Hoduras (2-1 in Trinidad e Tobago) e Panama.

OFC

La Nuova Zelanda ipoteca la qualificazione allo spareggio d’interzona: gli uomini di mister Hudson, nella gara d’andata giocata in casa, rifilano un tennistico 6-1 alle Isole Salomone.

CAF

Nel girone A, al primo posto, c’è la Tunisia: in casa, le aquile di Cartagine battono 2-1 la RD del Congo nello scontro diretto.

La Nigeria, nel girone B, prende il largo: in casa, le super aquile rifilano un poker al Camerun.

Combattuti i restanti tre gironi: nel C guida la Costa d’Avorio (3-0 in Gabon), segue il Marocco (6-0 al Mali); nel D è lotta fra il Burkina Faso (primo) e Senegal (0-0 nello scontro diretto), Sud Africa e Capo Verde (2-1 per i capoverdiani); nel E sarà quasi sicuramente lotta a due fra Uganda ed Egitto (1-0 nello scontro diretto per gli ugandesi).

Per vedere tutti i risultati e le classifiche aggiornate clicca qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.