La Roma c’è: basta un graffio del Ninja per battere il Milan!

210

Una Roma che combatte e soffre, piega  i rossoneri e lancia la sfida alla Juve nello scontro diretto di sabato sera!

Una Roma attenta, concentrata, che sa soffrire e che sa vincere stringendo i denti. Ecco la Roma che ci piace. Cinica e concreta. Non serve giocare sempre in modo sfavillante. Serve portare a casa i tre punti e andare avanti per cercare di migliorarsi. A volte le partite così difficili potrebbero incanalarsi nel classico “brodino” del pareggio.

E pensare che la partita, sul finire del primo tempo, poteva assumere risvolti diversi.
L’occasione avuta col rigore sbagliato da Niang, ha cambiato la storia della partita. Che se avesse segnato, per la Roma sarebbe stata una partita in salita contro una squadra ben messa in campo da Montella.

Bravo Lapadula a spostare la palla e cercare il rigore. Fortunatamente non è stato espulso Szczesny, in quanto l’attaccante milanista si era defilato sull’esterno. Ma se fosse stato più centrale, ci sarebbe stato anche il rosso per il portiere.

Ma bravo anche Szczesny a rimanere fermo tra i pali e allungarsi come un gatto verso la sua sinistra, per andare a neutralizzare il tiro di Niang. Grande parata. Finalmente in porta vediamo un portiere che si tuffa per parare i rigori. In questi ultimi anni, abbiamo avuto dei portieri, che al momento del calcio di rigore, rimanevano fermi tra i pali, come i portieri del biliardino.

Nella ripresa la Roma si butta in avanti nel tentativo di segnare e ci riesce puntualmente al 62° minuto grazie alla zampata ad effetto del ninja.
Nainggolan riceve palla da Manolas, trova un varco buono per prendere la mira, elude il suo marcatore Locatelli e sferra un bel sinistro a giro, che batte l’attentissimo Donnarumma che si allunga al massimo, ma non arriva a sfiorare il pallone.

1-0 Roma. Partita sbloccata che poi, si chiuderà così. 1-0 e tutti a casa. Una vittoria in stile “Juventus” made in Trapattoni o in Capello.

Comunque, è stata una bellissima vittoria, sofferta, importante.

Era importante vincere per rimanere sulla scia delle vincenti della scorsa giornata.
In questa settimana aveva vinto la Juventus, il Napoli, la Lazio, la Fiorentina, l’Inter. e noi dovevamo rispondere “presente!” all’appello.

Sabato a Torino, terminerà il trittico di fuoco che ha impegnato tanto la Roma e i suoi tifosi. Prima il derby e poi due scontri diretti.  Per ora sono arrivate ben due vittorie e addirittura senza subire nemmeno un goal! Un grande periodo!

La Roma adesso a Torino, capirà di che pasta è fatta. Chiaro è che non sarà una passeggiata di salute, perché la Juventus in Italia domina assoluta da ben 5 anni e non sarà facile imporsi. Anzi, si presume che “vogliano darci una lezione” per cui li troveremo super agguerriti. Ma la squadra,. ha ampiamente dimostrato che può anche soffrire e combattere contro tutti.

Le vittorie nel derby e contro i rossoneri, hanno ridato grande autostima alla squadra capitolina e sicuramente si farà trovare pronta all’ appuntamento nello Juventus Stadium.

Il goal del Ninja, mi ricorda quello bellissimo di Montella sempre al Milan, nell’anno santo 2000-01…

Ma basta sognare però.

Concentriamoci per sabato sera. E ricordiamoci che non si vince da quella capocciata di Riise su cross di Pizarro. SAREBBE ANCHE ORA, NO??

roma riise
roma riise

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.