ROMA: UN POKER E VA A MENO DUE DALLA JUVE

220
Photo by Outblog.com

UNA BELLA ROMA  RISOLVE LA PRATICA PALERMO E SI AVVICINA ALLA JUVE!

UNA ROMA REDUCE DALLA MEZZA figuraccia di giovedì in Europa League, non poteva permettersi la leggerezza di sottovalutare il Palermo perché con la sconfitta della Juventus era un’occasione troppo importante da non lasciarsi sfuggire.

In goal Salah, Paredes (con la complicità del portiere Posevac) Dzeko ed El Sharaawy. Ci voleva una vittoria per continuare a salire verso la vetta!
TRA PALERMO SASSUOLO ED EMPOLI (io mi ero proposto almeno dai 7 ai 9 punti).

In una settimana potrebbero esserci dei risultati a sorpresa. Ed appunto la Juventus è caduta a Milano  ed è da notare poi che dovrà giocare contro una Sampdoria galvanizzata dalla vittoria nel derby e contro il Napoli che la giocherà agonisticamente come se fosse una finale.

La Roma può fare bottino pieno da 9 punti, di cui 3 già li ha fatti col Palermo e gli altri li potrebbe fare anche al Mapei Stadium contro il Sassuolo Mercoledì e poi ad Empoli Domenica prossima.

DUE TRASFERTE DA GITA GASTRONOMICA E PALLONE PER I TIFOSI: SASSUOLO ED EMPOLI:
La Roma sarà seguita prima a Reggio Emilia e poi ad Empoli da tanti tifosi e sono proprio queste le trasferte più simpatiche che tanti tifosi già pregustano in estate “ quest’anno s’annamo a vede la Roma fori casa col Sciasciuòlo a Bologna e a Empoli a così se famo pure ‘na bella magnata de tortellini prima de andà a o stadio...” E’ forse proprio questo il bello di vivere il calcio come una volta. In modo più genuino e con semplicità.

*********************************************************
LACRIME BRASILIANE: Ieri allo stadio, nella premiazione pre-partita della Hall of Fame si son viste le lacrime di commozione del buon Toninho Cerezo da Belo Horizonte. Lui in quella Roma anni 80, aveva  lo stile di gioco che in campo ti faceva innamorare. Correva sempre e lo vedevi ovunque. Con la postura ciondolante, baffone, col calzettone calato alle caviglie, era sempre pronto ad aiutare i compagni e impostare il gioco. Un ragno umano in campo che si muoveva a suo piacere nello schema a ragnatela di Nils Liedholm.

E la Roma ieri non ha deluso Toninho Cerezo allo stadio. Ha battuto il Palermo senza ma e senza se. Come ai suoi tempi. Quando si entrava in campo per vincere e si vinceva.
Quelle erano mentalità vincenti. Che ci portarono ad aprire un ciclo glorioso di vittorie scudetto e coppe Italia. Senza dimenticare di aver disputato anche una finale di Coppa Campioni.

Mi piacerebbe vedere nella dirigenza, una bandiera tipo lui o Falcao per fare da guarnizione tra la  Roma del passato e la nuova del presente.  Sarebbe molto importante per tutti, sia per i giocatori che per unire la tifoseria e soprattutto  per vincere in Italia e all’estero!.

GRANDE TONINHO! SARAI SEMPRE IL BENVENUTO QUANDO CAPITERAI DA QUESTE PARTI!!

cerezo roma
Photo by Roma.com

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.