Rubrica Amarcord – il numero 10 più amato – Capitolo rosanero

316

La Rubrica Amarcord continua. Dopo aver fatto tappa a Roma va ancora più giù. Oggi, infatti, ci siamo fermati a Palermo. La nostra blogger tifosa Matilde, insieme al suo ragazzo Marco, hanno risposto alle nostre domande. Se volete scoprire qual è il numero dieci più amato dal tifoso rosanero, ecco l’intervista.

1) Qual è il numero 10 della tua squadra del cuore che ti ha fatto emozionare di più?

1) Matilde: “Per me, per il Palermo, la risposta è direttamente nella mia pagina su facebook “Potrò raccontare a mio figlio di aver visto giocare Fabrizio Miccoli

Marco: “Sei anni con la maglia rosanero non si dimenticano. CI ha regalato emozioni uniche. Ci ha trascinato in Europa quando nessuno se l’aspettava. E’ diventato il capitano della squadra del mio cuore. Lui, ovviamente, è Fabrizio Miccoli”.

2) Qual è il suo goal che ti porti nel cuore?

2) Marco: “28/02/2010. Stadio Olimpico di Torino. Si gioca contro la Juventus. La partita la apre lui con un tiro beffardo dal limite dell’area che viene deviato da Cannavaro e prende una traiettoria a pallonetto che non lascia scampo a Manninger. “Quella partità finì 0-2 ma quel suo goal è stata un’opera d’arte.”

Matilde: Con 100 gol segnati è difficile sceglierne uno in particolare, ogni sua esultanza con la mossa di Rey Mysterio “You can’t see me” resta nel cuore, ma di sicuro è indimenticabile il gol segnato da 41 m contro il Chievo (partita in cui tra l’altro segnò una tripletta).”

3)La vittoria o il trofeo, riferiti a lui a cui sei legato?

3) Marco: “Nella stagione successiva vincemmo 1-3 alla quarta giornata, sempre contro i bianconeri. In rete andarono Pastore, Ilicic e Bovo e per i bianconeri Iaquinta. Lui non segnò ma era in campo ed è una di quelle vittorie che mi porto nel cuore.”

Matilde:“Più che una vittoria cui sono particolarmente legata direi che mi ha segnato un rimpianto: il rimpianto che nella finale di Coppa Italia contro l’Inter Delio Rossi non l’abbia fatto giocare titolare. Chissà come sarebbe finita, con lui in campo dal 1° minuto. Per me resta ancora un mistero. Un altro rimpianto è senz’altro il modo in cui lui, capitano così amato da tutti, ha finito per diventare un ripudiato”

4) C’è un numero 10 di qualche altra squadra che porti nel cuore?

4) Marco: “Il numero 10 che avrei voluto nella mia squadra? Sicuramente lui. Roberto Baggio. Il calciatore più amato a livello nazionale. Un Campione Unico ed Inimitabile. Quanto avrei voluto vedere una punizione o un suo tiro a giro al “Barbera. Purtroppo non è andata così. Peccato.”

Matilde:“Per quanto riguarda l’ultima domanda, senza dubbio er Pupone, Francesco Totti. Sarà che è uno dei pochi rimasti dei “bei vecchi tempi”, sarà che è un mio coscritto, ma ogni volta che scende in campo tira fuori qualche magia. Spero che si ritiri il più tardi possibile.”

Bene, anche per oggi la Rubrica Amarcord termina qui. A presto con altri capitoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.