Rubrica biancorossa: caro Bari, cosi proprio non va!!!

212

rubrica biancorossa – con l’Empoli si torna all’antico: zero gioco, zero impegno portano ad un pesantissimo 0-4 casalingo; a Venezia per ripartire

Caro Bari, cosi proprio non va. Sembrava potesse girare tutto nel migliore dei modi, sembrava finalmente l’anno giusto, invece si è tornati al vecchio: gioco lento, macchinoso e privo di idee. Dopo tre pareggi consecutivi arriva la pesantissima sconfitta casalinga con l’Empoli: l’ex con il dente avvelenato Caputo (doppietta per lui), Donnarumma e Zajc “regalano” ai biancorossi una lezione di gioco che, si spera, possa servire da lezione.

I tifosi sono, comprensibilmente, molto delusi su come il mister sta gestendo la rosa a sua disposizione: cambi soventi di moduli ed interpreti, gestione dei singoli discutibile, gioco e schemi banali e mai pericolosi.

C’è bisogno di una sterzata repentina. L’occasione ghiotta arriva domani pomeriggio sul campo del Venezia: al Penzo, infatti, i galletti devono assolutamente conquistare i tre punti.

SEMrush

Le brutte notizie, però, non sono finite qui. Altra nota dolente è stata la gestione del mercato di riparazione. I reparti nei quali serviva un intervento deciso erano difesa e centrocampo: bhè, se per il reparto arretrato si è fatto qualcosina, in mezzo al campo sono stati dolori in quanto il ds è stato incapace di reperire il regista che nel capoluogo pugliese manca da tanti anni.

CAPITOLO FORMAZIONE

Dopo la disfatta di settimana scorsa il mister tornerà sicuramente al 4-3-3: davanti a Micai giocheranno presumibilmente Diakhite, Gyomber, Anderson e D’Elia; a centrocampo Basha, Petriccione (o Henderson) e Tello; tridente con Galano, Improta e uno fra Floro Flores e Nenè (con il nuovo arrivato Andrada pronto a subentrare).

ARCHIVIO STORICO

Sono 24 i match disputati in laguna fra il Venezia ed il Bari (fra serie A, B e C): sono solo 4 le vittorie per i pugliesi, 7 i pareggi e ben 13 le sconfitte (con 20 gol segnati e 37 subiti).

La vittoria più larga risale alla stagione 1934/1935 in serie B: il 7 aprile 1935 decise il match una doppietta di Marchionneschi.

La sconfitta più pesante è stata ottenuta nella stagione 1992/1993 in serie B: il 1 novembre 1992 il 5-2 finale portò le firme di Campilongo (tripletta per lui), Bonaldi e Bortoluzzi per i padroni di casa, Capocchiano e autorete di Mariani per gli ospiti.

L’ultimo match disputato al Penzo (7 maggio 2005) ha visto l’affermazione di misura dei padroni di casa (Oliveira) mentre, nella gara di andata, Bentivoglio (su calcio di rigore) e Zigoni hanno regalato la prima sconfitta stagionale al Bari.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.