Rubrica biancorossa: vittoria di platino, bisogna continuare cosi

217

rubrica biancorossa – con il Frosinone arriva la tanto agognata vittoria; stasera si torna in campo nella tana della Cremonese

Alla truppa biancorossa serviva come il pane la strigliata dei tifosi. Dopo il comunicato pubblicato dagli ultras giocatori, allenatore, ds e presidente, evidentemente, si sono guardati negli occhi e hanno pensato che non si poteva continuare a giocare in quel modo. Con il Frosinone è arrivato, finalmente, il riscatto. Prestazione comunque non molto positiva ma la difesa ha finalmente tenuto, la squadra ha messo in campo grinta e voglia di vincere. E alla fine un colpo di testa di Kozak su angolo del solito Galano ha fatto esultare i tifosi biancorossi accorsi al San Nicola.

Ora, come detto spesso, bisogna continuare su questa lunghezza d’onda. L’avversario, però, non è dei più facili: il Bari, infatti, sarà ospite della Cremonese stasera nell’anticipo della 26ma giornata.

CAPITOLO FORMAZIONE

SEMrush

Mister Grosso dovrebbe confermare il modulo utilizzato sabato scorso ovvero il 4-3-3: davanti a Micai dovrebbero giocare Gyomber, Marrone, D’Elia e Sabelli; a centrocampo, al posto dello squalificato Basha, dovrebbe giocare Petriccione, Tello e Anderson dovrebbero completare la diga centrale; in attacco, insieme al confermatissimo Kozak, dovrebbero scendere in campo Galano e il rientrante Improta.

Sono 24 i convocati dal mister per la trasferta in terra lombarda:

PORTIERI: Micai, De Lucia, Berardi;

DIFENSORI: Sabelli, Oikonomou, D’Elia, Anderson, Marrone, Balkovec, Diakhite, Gyomber, Empereur;

CENTROCAMPISTI: Petriccione, Henderson, Tello, Iocolano, Busellato;

ATTACCANTI: Kozak, Brienza, Galano, Improta, Floro Flores, Nenè, Andrada;

ARCHIVIO STORICO

Sono 20 i match disputati a Cremona fra i padroni di casa ed il Bari (fra serie A, B, C, D e coppa internazionale): il bilancio vede l’x il risultato più frequente (ben 12 pareggi), 2 sono le vittorie dei grigio-rossi, 6 quelle dei galletti (con 35 reti realizzate e 20 subite).

La sconfitta più pesante risale alla stagione 1995/1996 in serie A: il 10 dicembre 1995 gli uomini allenati da Eugenio Fascetti subirono un pesantissimo 1-7 (autorete di Brioschi, doppietta di Perovic, Florjancic, Gualco, Aloisi e Tentoni per i padroni di casa, Kennet Andersson per gli ospiti).

La vittoria più larga, invece, è stata ottenuta nella stagione 1989/1990 in serie A: il 17 dicembre 1989 il 2-0 finale portò le firme di Rizzardi e Gualco (entrambi su autorete).

L’ultimo precedente è datato 1 aprile 2006 in serie B (1-1 il risultato finale, a segno Carparelli e Ganci) mentre nel match di andata affermazione per 1-0 dei biancorossi (rete decisiva di Improta).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.