Rugby Champions Cup al via: le pool e le favorite

216

Prende il via la più importante rassegna continentale per club, la Champions del rugby che dallo scorso anno ha rilevato la leggendaria Heineken Cup

Con l’anticipo di questa sera tra Glasgow Warriors e Leicester Tigers prende il via la Champions Cup 2016/17 che a maggio designerà la squadra Campione d’Europa che succederà ai Saracens nell’albo d’oro della competizione. Un torneo molto giovane nella sua formula attuale, gestito insieme al fratello minore Challenge Cup dall’appositamente nato European Professional Rugby Club (EPCR), ma dalla tradizione prestigiosa visto che tre stagioni fa è subentrato il toto alla celeberrima Heineken Cup. Rivisto appena il format con la riduzione da 24 a 20 squadre, suddivise in 5 pool da 4 con le migliori 8 che accederanno alla fase ad eliminazione diretta prevista per la prossima primavera. La finale è in programma ad Edimburgo, nel meraviglioso scenario di Murrayfield, sabato 13 maggio 2017. Una rapida occhiata alle varie pool ed alle probabili protagoniste:

POOL 1

Uno dei gironi più difficili visto che vi trovano posto due delle semifinaliste della scorsa edizione di Champions, il Racing 92 (poi battuto 21-9 nella finale di Lione di 5 mesi fa) ed i Leicester Tigers (superati di misura 19-16 proprio dai parigini la settimana precedente); con loro i Glasgow Warriors, vicecampioni del PRO12, ed il Munster che vanta ben 4 finali e 2 vittorie (2006 e 2008). Proprio a causa dell’assenza di almeno una squadra nettamente più debole, sarà difficile avere due qualificate da questa pool e verosimilmente sarà solo la prima a passare il turno. Molto vicine la formazione inglese e quella francese che si giocheranno la stagione europea nel doppio confronto alla 2^ e 5^ giornata (andata a Welford Road, ritorno al Colombes): leggermente favoriti i Tigers, ma nel corso delle settimane l’inerzia potrebbe cambiare.

POOL 2

Al contrario della precedente, questo è un girone con due nette favorite e due squadre che rischiano di subire penatissimi passivi giornata dopo giornata. I netti favoriti del raggruppamento sono i Wasps, partiti alla grande in Premiership e capaci di arrivare fino in semifinale lo scorso anno, ma hanno ottime chance di passare il turno come una delle migliori seconde (3 su 5) il Tolosa che con le sue 4 Heineken Cup in bacheca è la squadra più titolata d’Europa (1996, 2003, 2005 e 2010) anche se al momento è un po’ lontana da quei fasti. Nessuna possibilità invece per il Connacht che lo scorso anno ha vinto il PRO12, ma ha poi smembrato la squadra, e per le Zebre, che, spiace dirlo, faticheranno anche a vincere una sola partita.

POOL 3

E’ la pool che vedrà in campo le ultime 4 Champions assegnate, tre consecutive vinte dal Tolone (2013-2015) e l’ultima ad appannaggio dei Saracens. Sono queste le formazioni destinate a monopolizzare il girone e a conquistare un probabilissimo accesso ai quarti di finale: troppo inferiori sia i Sale Sharks che gli Scarlets che difficilmente potranno competere con le super potenze del rugby inglese e francese. La vincitrice uscirà ovviamente dal doppio scontro diretto che andrà in scena già domani al Mayol, mentre il ritorno a Londra è fissato per la 6^ e conclusiva giornata con le due formazioni che probabilmente saranno in grado di fare qualche calcolo.

POOL 4

E’ indubbiamente un raggruppamento estremamente equilibrato e per questo potrebbe qualificare una sola squadra visto che i punti in classifica dovrebbero essere molto suddivisi tra le protagoniste. E’ anche difficile trovare una favorita netta visto Leinster, Northampton Saints e Montpellier sulla carta si equivalgono e lo stesso Castres in casa è temibile per chiunque. Dalla loro, Leinster e Saints hanno maggior esperienza internazionale, ma va detto che l’anno scorso il MHR ha vinto la Challenge Cup (26-19 sugli Harlequins in finale) recuperando in fretta il tempo perduto. Davvero difficile pronosticare la vincitrice e personalmente punterei proprio sul Montpellier a trazione sudafricana di Jake White, ma non sarei affatto sorpreso se tutto si decidesse all’ultima giornata.

POOL 5

Ecco un altro “girone di ferro” con al via quattro formazioni di altissimo livello. Clermont ha giocato due delle ultime quattro finali, perdendole entrambe contro Tolone (16-15 nel 2013 e 24-18 nel 2015) e non c’è dubbio che sarà ancora una volta protagonista visto che anche in Top14 ha iniziato alla grande. Ma Ulster non è da meno dato che delle due finali giocate (1999 e 2012) una l’ha vinta (21-6 al Colomiers nel ’96) e quest’anno parte come la squadra irlandese più forte in campo. Gli Exeter Chiefs non hanno tradizione europea, ma in pochi anni sono diventati una delle grandi d’Inghilterra ed anche in un girone così competitivo potranno dire la loro, forti del Sandy Park e di una rosa davvero eccellente. Chiude, per modo di dire, il Bordeaux che forse è la più debole delle tre, ma che nella scorsa stagione si è qualificata in un girone dove sembrava spacciato prima ancora di iniziare…

CHALLENGE CUP

Parallelamente alla Champions si disputa, nei medesimi weekend, la Challenge Cup, competizione che vede al via le formazioni dei principali campionati professionistici europei rimaste escluse dal torneo principale. Lo scorso anno ha vinto il Montpellier nella finale di Lione sugli Harlequins per 26-19 e la finale del 2017 si disputerà anch’essa ad Edimburgo, il giorno prima della finale più prestigiosa. Curiosamente due delle grandi favorite si trovano posizionate nella medesima pool, la 5, nella quale Harlequins e Stade Francais si giocheranno il primo posto ed una via più diretta verso semifinali e finale. Da tenere d’occhio anche il cammino di Ospreys e Bath, ma è difficile pronosticare ora come andrà il torneo visto che alla seconda fase (quarti di finale) parteciperanno, oltre alle 5 vincitrici delle pool ed alla miglior seconda, anche le due peggiori seconde delle pool di Champions che verranno “retrocesse” qui in Challenge.

PROGRAMMA CHAMPIONS CUP 1^ GIORNATA

epcr1


Immagine tratta dal sito www.planetrugby.com

Previous articleWORLD CUP (RUSSIA 2018): I RISULTATI DELLE QUALIFICAZIONI
Next articleSfumature Bianconere: I cinque scudetti di Del Neri
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.