Rugby Championship: grande equilibrio dietro gli Allblacks

235

Gli inarrestabili Allblacks ottengono la 14^ vittoria consecutiva e sono ormai ad un passo dal conquistare il Championship. Dietro è grande equilibrio, con le altre tre racchiuse in appena 2 punti

La marea nera pare inarrestabile e gli Allblacks viaggiano spediti verso la riconquista del Championship, inaspettatamente perso lo scorso anno a favore dell’Australia. Ma da allora per gli uomini di Steve Hansen sono arrivate 14 vittorie consecutive e, soprattutto, un titolo mondiale. Impressionante lo score di questa prima metà di torneo: tre vittorie, tre punti di bonus offensivo (punteggio pieno con 15/15) ed una mostruosa differenza punti di +89. Sabato ad Hamilton (la casa dei Chiefs) una coraggiosa Argentina ha resistito orgogliosamente per 52′, ma poi la Nuova Zelanda ha messo il turbo segnando altre 5 mete in poco meno di mezz’ora. Il risultato finale di 59-22 è decisamente troppo pesante per i Pumas, ma in un certo qual modo va a loro gratifica il fatto che i neozelandesi li considerino avversari degni di rispetto coi quali bisogna spingere fino alla fine. Classifica alla mano, un successo a Christchurch sabato prossimo contro il Sudafrica potrebbe anche garantire agli Allblacks la vittoria del torneo con due giornate di anticipo.

Fortunatamente per lo spettacolo, alle spalle degli imprendibili tuttineri regna l’equilibrio con le altre tre squadre racchiuse in 2 punti. Ciascuna ha vinto una volta e perso le altre due, con gli Springboks che hanno raccolto 2 punti di bonus nelle partite perse, i Pumas 1 ed i Wallabies 0. La seconda sfida di giornata è stata proprio quella tra Australia e Sudafrica, una partita molto equilibrata con alternanza di risultato ed emozioni. Sudafricani decisamente avanti in avvio con le due mete trasformate che hanno scavato un solco importante visto il solo piazzato australiano (3-14 al 20′), ma padroni di casa che hanno colmato il gap prima della fine del tempo con la meta di Coleman trasformata da Foley ed un piazzato dello stesso mediano (13-14). Secondo tempo ancora incerto ed azione che di fatto ha spezzato l’equilibrio al 61′ quando Foley ha realizzato e trasformato la meta decisiva per i Wallabies. Il risultato finale di 23-17 è giusto e fa tirare un bel sospiro di sollievo a Michael Cheika ormai sommerso dalle critiche e dalle polemiche; decisiva sarà la sfida di sabato all’Argentina per dare continuità di risultati ed uscire definitivamente dalla crisi.

Risultati, classifica e prossimo turno:

A Hamilton: Nuova Zelanda 57-22 Argentina
A Brisbane: Australia 23-17 Sudafrica

Nuova Zelanda 15
Sudafrica 6
Argentina 5
Australia 4

A Christchurch: Nuova Zelanda – Sudafrica (sabato 17/09 ore 9:35)
A Perth: Australia – Argentina (sabato 17/09 ore 12:05)


Immagine tratta dal sito www.planetrugby.com

Previous articleNapoli: Buona la prima notte europea
Next articleLa terza giornata di LIGA: Risultati sorprendenti e in extremis
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.