Ruggito Azzurro: Cronaca di una disfatta annunciata

228

Serata amara

Una vera e propria disfatta del Napoli che esce dalla sfida contro il Lipsia con le ossa rotte. Nonostante il massiccio utilizzo delle riserve, ben sei su undici, i giocatori hanno fatto capire chiaramente di puntare solo al campionato considerando di intralcio altre competizioni. Le discussioni, se è giusto o no comportarsi così, nelle ultime ora si sono consumate. Ma solo il campo ci dirà con esattezza se la scelta è stata buona oppure no. Resta comunque una scelta rischiosa e il pericolo di non vincere nulla e di crollare in campionato da un momento all’altro è molto concreto.

Giudizi eccessivi

La prova di Diawara è stata senza dubbio disastrosa, così come Rog ha fatto intravedere qualcosa solo in fase di contropiede. Anche lo stesso Ounas, gol a parte, non ha combinato nulla nel primo tempo. Bocciarli definitivamente è ancora troppo presto visto che stiamo parlando rispettivamente di un 97, 95 e di un 96 e messi in campo tutti insieme dove si vede una differenza netta di automatismi per non parlare del clima soporifero che aleggiava nell’ambiente azzurro dove tutti non aspettavano altro che l’eliminazione dall’Europa League. L’unico errore commesso dalla società è stato di non mandarli in prestito per fargli fare le ossa per poi essere pronti in futuro sostituendoli con elementi dal rendimento sicuro e in quel caso si poteva lottare per più competizioni.

SEMrush

C’è ancora molto da fare

Il Napoli dovrà crescere molto sia in termini societari puntando a fare un mercato serio e di evitare la farsa di Gennaio e soprattutto bisogna inculcare alla squadra e al tecnico una mentalità di far bene in tutte le competizioni. Una crescita dal punto di vista europeo potrà aiutare la formazione azzurra ad avere un appeal anche internazionale e di essere più competitivi anche in campionato sia in termini tecnici che in quelli economici. A prescindere da come finirà la stagione, da questa sconfitta si prenda insegnamento.

Leggi anche:

 

Ruggito Azzurro: Una ripresa da leoni

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.