Ruggito Azzurro: Incubo a tinte giallorosse

267

La caduta che non ti aspetti

Si ferma a dieci la striscia di vittorie consecutive del Napoli. Contro la Roma gli azzurri passano una serata da incubo subendo quattro gol tra tiri deviati ed errori di concentrazione che in questa stagione non abbiamo mai visto. Non è stato assolutamente un Napoli brillante, ma la partita fino al gol di Dzeko è sempre stata in assoluto controllo per gli uomini di Sarri. I giocatori si sono fatti condizionare sia dal gol di Dybala all’ultimo minuto che dal tiro deviato di Under che con una traiettoria rocambolesca manda la palla in rete. Il Napoli rischia di non vincere lo scudetto per l’anomalia dei tanti punti raccolti dalla Juventus al secondo posto.

Numeri che ingannano

Il Napoli ha effettuato tredici tiri in porta contro i cinque della Roma. La spiegazione a tale anomalia può essere la seguente: nelle partite precedenti il Napoli pur non cambiando la sua fisionomia si è sempre contraddistinto nella massima attenzione a non prendere gol per poi colpire al momento opportuno con le sue straordinarie trame di gioco. Contro i giallorossi sono venute a mancare contemporaneamente tutte queste peculiarità e il risultato è stato la seconda sconfitta in campionato. Il campionato non è finito in questa giornata di campionato. Gli azzurri possono iniziare un nuovo filotto per arrivare allo Stadium con due punti dietro e provare a vincere la partita. I tabù sono fatti per essere sfatati e se ci crede ancora la piazza ci devono credere i giocatori.

Tifoseria unica

Di solito in Italia soprattutto nelle piccole squadre, quando le cose vanno male o peggio ancora si retrocede partono subito contestazioni e insulti verso la squadra nonostante l’impegno. Il legame tra la squadra, il tecnico e la tifoseria grazie al gioco e ai risultati è diventato talmente forte che, nonostante la pesante sconfitta, viene travolta da una serie di applausi ed incitamenti a non mollare un sogno rincorso da inizio stagione. Il Napoli deve ripartire da questi applausi, deve continuare a lottare, lo deve per questa magnifica gente che ha riposto fiducia alla squadra nel momento più difficile. L’Inter è un banco di prova ideale per dare un segnale di forza al campionato e alla Juve.

Leggi anche:

Ruggito Azzurro: Valanga di gol in terra sarda

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.