Ruggito Azzurro: La storia si ripete ancora

252

Mapei indigesto

Stesso stadio, stessa storia. Il Napoli come lo scorso anno perde punti contro il Sassuolo. Gli azzurri sono apparsi stanchi e sciuponi con Insigne che ha sulla coscenza più di un gol mangiato. A questo si aggiunte varie disattenzioni difensive che costano un gol, scherzo del destino, di Politano tanto inseguito dagli azzurri nel mercato invernale con tanto di leggende metropolitane sul rapporto tra la Juve e i neroverdi.

Insigne e Mertens ombra di se stessi

In una squadra, quando il gioco e meno brillante e le gambe iniziano a farsi pesanti, in genere si ricorre alle individualità per vincere le partite. Se Hamsik è giustificato per l’impossibilità di scendere in campo per fastidi muscolari, Mertens e Insigne dovevano essere i giocatori che dovevano prendere per mano questa squadra. Il primo si intestardisce di scartare gli avversari ed entrare da solo in porta, l’altro si mangia gol clamorosi e condanna il Napoli a perdere altri punti come è capitato contro l’Inter con il pallonetto scellerato con lo specchio della porta libero. Il buon Milik nel secondo tempo ha cambiato volto alla partita e sarà una pedina importante per questo finale di stagione permettendo di rifiatare i due piccoletti.

SEMrush

Tiro da lontano, questo sconosciuto

Il gioco di Sarri è assolutamente spettacolare, ma emergono delle pecche. I giocatori non provano mai a tirare da fuori area. La gara di andata contro l’Atalanta fu decisivo un tiro da fuori di Zielinski come è accaduto l’anno scorso a Cagliari e in altre occasioni. Anche Rog e Hamsik possiedono tali qualità che possono essere utilizzare a servizio della squadra. Non si può sempre pretendere di mettere il giocatore davanti alla porta, specie se trovi avversari che ti chiudono ogni tipo di spazio e ogni linea di passaggio.

Nulla è perduto

I quattro punti di distacco possono essere un macigno psicologico a questo punto del campionato. Però quest’anno ci sono tante squadre ancora in bilico per i loro obiettivi e nessuno regalerà nulla, pertanto la Juventus, come è successo contro la Spal, può perdere altri punti, spetta al Napoli il compito di approfittare.

Leggi anche:

Ruggito Azzurro: Pressione su Torino

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.