Ruggito azzurro: Napoli padrone di tutto

265

Cagliari asfaltato

Arriva la settima sinfonia in campionato per il Napoli sempre rullo compressore. Stavolta a farne le spese è il Cagliari che torna a casa con tre gol sul groppone e con il morale sotto i tacchi come  ammesso da Rastelli a fine gara. Bastano pochi minuti e Hamsik trova finalmente il gol che cercava da troppo tempo e da il via alla festa azzurra. Reina ha assistito un’altra partita da spettatore in campo e tutti i giocatori del Napoli da Koulibaly fino a Mertens facevano quello che volevano e chiunque poteva segnare.

Cooperativa del gol

Mai come quest’anno oltre a segnare gol a grappoli sono in tanti che trovano la via del gol. Hamsik aumenta il numero dei marcatori salgono a dieci. Quindi il Napoli non dipende solo dagli attaccanti, ma anche da giocatori in altri reparti che in qualsiasi situazione possono sbloccare le partite. Questa deve essere l’arma in più da sfruttare in partite dove gli avversari più quotati non ti permetteranno di fare il solito gioco in verticale o sulle fasce e dove saranno necessari soprattutto i calci da fermo grazie alla stazza fisica di Koulibaly e Albiol e all’imprevedibilità di Zielinski e Rog. Ad esempio contro la Spal la gara è stata decisa da Ghoulam che fino allo scorso anno non era abituato a vestire i panni di goleador. Sarri ha dato più libertà ai giocatori di arrivare alla conclusione.

SEMrush

Maledette soste

Il campionato si ferma per due settimane sul più bello e la cosa non porta grande entusiamo a Sarri. Dopo l’infortunio di Milik dello scorso anno il tecnico azzurro si preoccupa giustamente dello status fisico dei giocatori e della difficoltà di preparare le partite, soprattutto perchè alla ripresa inizierà un nuovo ciclo di partite dove nella prima settimana si affronterà in successione Roma, City e Inter. Si deciderà una fetta di campionato in queste gare.

Vincere la paura di volare in alto

Il Napoli è la nuova capolista del campionato grazie allo stop della Juve. Il difficile viene adesso. La squadra non dovrà soffrire di vertigini e deve continuare fare il proprio gioco come se nulla fosse accaduto. Dovrà avere la fame di vittoria di una squadra che sta dietro in classifica e che deve rincorrere per superarla e Sarri in questo caso dovrà vestire i panni di motivatore.

Leggi anche: 

Ruggito azzurro: Ghoulam mette la sesta

https://www.tifoblog.it/2017/09/28/ruggito-azzurro-la-vittoria-del-tridente/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.