Ruggito azzurro: Il Napoli rialza la cresta

260

Gioco, vittoria e primato.

Il Napoli torna a vincere e lo fa in maniera convincente chiudendo in mezz’ora la partita concedendo al Torino solo il gol di Belotti. Quando Sarri ha parlato solo di mancanza di lucidità e non di calo fisico ci ha visto giusto. È bastato allenarsi per tutta la settimana per ritrovare la brillantezza di inizio stagione e di trovare una vittoria che darà sicuramente vigore al morale degli azzurri che finalmente ritrovano la vetta e possono guardare al futuro con ottimismo.

Bentornato capitano

Raggiungere Maradona nella classifica marcatore dei giocatori di tutti i tempi del Napoli stava diventando un peso per Marek Hamsik. Quel peso è stato finalmente rimosso mettendo la ciliegina sulla torta ad una prestazione degna del suo valore tecnico. Dopo tante critiche subite il nostro capitano può finalmente sorridere e può essere una valida risorsa per il Napoli nel prosieguo della stagione quando il gioco si farà duro. A Marekiaro per mettere il punto esclamativo alla sua carriera gli manca solo uno scudetto per entrare anche lui nella storia del Napoli.

SEMrush

Attaccanti da ritrovare

L’unico dato dolente in una serata quasi perfetta è la mancanza di gol degli attaccanti. Mertens e Callejon non vanno a segno dalla gara contro il Sassuolo. Fin quando saranno i difensori o i centrocampisti a segnare non sarà un problema. A parte il turno di Coppa Italia, il Napoli giocherà per un po’ di tempo una volta alla settimana e i nostri attaccanti azzurri possono conservarsi i gol quando ce ne sarà davvero bisogno.

Sampdoria crocevia della stagione

La gara contro i blucerchiati sarà decisiva per vedere se la vittoria contro i granata sarà stato fuoco di paglia oppure no. Fino allo scontro diretto contro la Lazio in casa, il Napoli avrà una serie di partite alla sua portata e con un mercato di Gennaio alle porte potrà colmare quelle lacune e giocarsi le sue carte fino alla fine per lo scudetto.

Leggi anche:

https://www.tifoblog.it/2017/12/12/ruggito-azzurro-l-attacco-si-inceppato/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.