Ruggito azzurro: Napoli, rialzati e combatti!

239

Così non va

Altro boccone amaro per il Napoli costretto a lasciare la Champions e retrocedere in Europa League. A far male non è tanto la sconfitta contro il Feyenoord visto che qualsiasi risultato era inutile con la vittoria dello Shakthar ai danni del City, ma l’atteggiamento della squadra che ha mostrato scarsa fame di vittorie anche quando le partite sono di poco conto. È nelle partite più semplici che si vede una mentalità vincente di una squadra che oltre al bel gioco deve metterci tanta grinta fino all’ultimo secondo se vuole vincere le partite e di conseguenza portare trofei a casa.

Che fine ha fatto Mertens?

Solo un gol nelle ultime cinque partite, Champions compresa. Un rendimento che va contro gli standard che ci ha abituati fino adesso l’attaccante belga. L’attaccante però ha delle attenuanti: Milik si è di nuovo fatto male e di conseguenza non ha uno che lo possa far rifiatare. Lo stesso Sarri tempo fa disse che Mertens è un giocatore che fisicamente ha bisogno di rifiatare per tornare ad essere brillante come quello di sempre. Oltretutto l’assenza di Milik è pesante anche per fronteggiare difese molto fisiche come quelle di Juventus e Inter dove il belga è andato a sbattere sistematicamente risultando fuori dal gioco.

Sarri contro tutti

In queste ultime uscite del Napoli, Sarri è apparso molto nervoso verso società e giornalisti. Il tecnico azzurro sta facendo fatica a reggere le critiche soprattutto della stampa del nord che a onor del vero risultano anche eccessive visto che il Napoli l’ultima sconfitta è arrivata a Febbraio scorso contro l’Atalanta. D’altro canto, lamentarsi di non aver alternative al tridente d’attacco può rivelarsi un boomerang, con giocatori come Ounas e Giaccherini che non si allenerebbero con grande intensità visto che alla fine resterebbero sempre in panchina e che a Gennaio potrebbero chiedere la cessione.

Rialzarsi subito

Se c’è veramente questo patto scudetto tra giocatori e allenatore, dovranno seriamente rimboccarsi le maniche e ritornare a riprendere la marcia per raggiungere il tanto agognato traguardo. Il Napoli in campo dovrà metterci soprattutto gli attributi e mettere da parte finchè tutti quanti non ritroveranno un po’ di brillantezza il bel gioco. Solo così possiamo riprenderci il primato in classifica.

Leggi anche:

https://www.tifoblog.it/2017/12/03/ruggito-azzurro-higuain-ancora-bestia-nera/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.