Sampdoria: che prestazione. La vittoria di Giampaolo

204
GENOA, ITALY - DECEMBER 04: Edgar Barreto of Sampdoria celebrates after scoring the first goal during the Serie A match between UC Sampdoria and FC Torino at Stadio Luigi Ferraris on December 4, 2016 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

La Sampdoria vola. Battuto anche il Torino dell’ex Mihajlovic, squadra forte, insidiosa e che vanta un attacco strepitoso. Questo per sottolineare la grandissima prova difensiva dei blucerchiati.

A mio parere, la partita migliore dal punto di vista dell’organizzazione difensiva. Poiché la difesa, non solo, ha fatto il suo lavoro egregiamente, ma è da evidenziare l’ottimo lavoro del centrocampo, in fase di copertura. In particolar modo le due mezzali, Barreto e Praet.

Entrambi, per motivi diversi, hanno svolto una straordinaria partita. Il paraguaiano ha dato anima e corpo, dal primo all’ultimo minuto, per aiutare la sua squadra in difesa ogni qualvolta il Torino attaccava. Il belga, invece, sta pian piano diventando una mezzala e per uno abituato ad essere più in attacco che in difesa, la prova offerta domenica è da elogiare.

Per Torreira le parole, ormai, sono sprecate. Gioca con la sicurezza di un veterano, abbinando un’ottima tecnica di gioco ad una grinta fuori dal comune, per la sua età e la sua fisicità. In tutto questo c’è la mano del mister. Si sta confermando un maestro nel far crescere i giovani: Torreira, Linetty, Praet, Schick.

Ma anche un esperto di recupero di “casi umani” (per rendere l’idea), poiché ha totalmente recuperato giocatori come Barreto e Muriel. L’anno scorso, simboli della bruttissima stagione blucerchiata.

Gift card 300x250

Credo che il suo ottimo lavoro sia evidenziato dai numeri: 16 punti nelle ultime 9 partite; 1,7 è la media punti in queste ultime nove gare. L’unica sconfitta è arrivata allo Juventus Stadium. Quella col Torino è la 4° vittoria consecutiva casalinga. Segno di come Marassi stia tornando quel campo insidiosissimo per tutte le squadre. Oltre che un feeling rinato tra la Sampdoria e la sua tifoseria, come si era augurato Giampaolo.

Ora però non bisogna fare voli pindarici. Occorre mantenere i piedi ben saldi a terra e guardare partita dopo partita.

Complimenti ai 14 leoni ed al suo domatore, Marco Giampaolo. Avanti cosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.