Sampdoria, vittoria in rimonta. Finalmente Muriel

233
GENOA, ITALY - AUGUST 28: Luis Muriel of UC Sampdoria in action during the Serie A match between UC Sampdoria and Atalanta BC at Stadio Luigi Ferraris on August 28, 2016 in Genoa, Italy. (Photo by Getty Images/Getty Images)

Altra prova convincente della squadra di Giampaolo che, ieri sera, ha battuto l’Atalanta in rimonta. Succede tutto nel primo tempo: ospiti in vantaggio, meritatamente, con Kessié sugli sviluppi di una punizione. Pareggio su rigore di Quagliarella e gol del vantaggio, quasi allo scadere della prima frazione di gioco, con Barreto su un assist meraviglioso di Muriel.

Proprio il colombiano, per la prima volta da 1 anno e mezzo ad oggi, ha fatto la differenza, aiutando la squadra a conquistare altri 3 punti importantissimi per la classifica. Una vittoria che da fiducia ai giocatori ed al buon lavoro che mister Giampaolo sta portando avanti e rende soddisfatti i tifosi blucerchiati. Già, perché una Sampdoria cosi non si vedeva dalla gestione Mihajlovic: squadra organizzata, ognuno che corre dal primo all’ultimo minuto lottando, sacrificandosi per la squadra ed uscendo stremato dal campo. L’emblema di questa nuova Sampdoria è senz’altro Luis Muriel. Anche l’anno scorso, è vero, era partito bene poi perdendosi, ma lo spirito messo in campo ieri sera, francamente, non l’avevo mai visto. E’ stato un mix di grinta, qualità, velocità ed imprevedibilità che tutti si aspettavano dall’inizio, ma che finalmente pare essersi messo in moto, meglio tardi che mai. Il colombiano deve continuare cosi, con questa voglia, senza accontentarsi ma provando sempre a migliorare. Ne gioverà lui stesso, la Samp ed anche i tifosi. Dicevamo che contro una buonissima Atalanta è stato fondamentale, oltre a prendere un palo, si è procurato il rigore e ha fatto l’assist decisivo per il gol di Barreto.

Gli ospiti, però, qualche grattacapo lo hanno messo alla retroguardia blucerchiata anche se, entrambe le squadre, ribattevano colpo su colpo ad ogni offensiva avversaria. E’ stata una bella partita, giocata con intensità dal primo all’ultimo minuto. Gli episodi sono stati, comunque, decisivi poiché 2 dei 3 gol sono nati da due calci da fermo, mentre il vantaggio blucerchiato è arrivato su un’invenzione di Muriel per la testa di Barreto, bravo a colpire il pallone con la giusta potenza anche se bisogna dire che Sportiello non è stato impeccabile. Secondo tempo che ha i padroni di casa gestire il risultato, anche in virtù dell’uomo in più, con gli ospiti che però continuavano a cercare il pari, in particolare verso lo scadere del match. Vittoria che ci sta, anche se gli avversari non avrebbero demeritato un pareggio.

La difesa, in alcune circostanze, è apparsa ancora un po’ sotto pressione, il centrocampo nel finale ha sofferto un po’ la stanchezza, con Torreira e Linetty usciti stremati dalla battaglia, dopo aver corso e lottato dal primo all’ultimo (altri due simboli di questa nuova Samp), al quale Giampaolo ha provato a dare freschezza inserendo il nuovo acquisto Praet al posto di Alvarez e B.Fernandes al posto di un Barreto protagonista ed in ripresa.

Era importante vincere queste prime due gare, adesso ci aspettano la trasferta di Roma ed il Milan in casa. Le sensazioni sono buone, questa squadra da l’impressione di non arrendersi mai e, quindi, anche se arriveranno delle sconfitte, pur rammaricati, i tifosi blucerchiati riconosceranno sempre l’impegno. Il coro finale dalla Sud ci si augura di sentirlo sempre: Vi vogliamo cosi. Forza ragazzi, forza mister!!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.