Sergi Enrich e Viera disintegrano il Valencia del Voro

291
Sergi Enrich - numero 9 dell'Eibar

Sergi Enrich, il numero 9 dell’Eibar è il giustiziere del Valencia, a meno di 7 giorni dalla sconfitta alle Canarie

Il Valencia subisce una doppia sconfitta nelle ultime due giornate: 3-1 contro il Las Palmas e 0-4 contro l’Eibar in casa.I due ko sono sostanzialmente diversi anche se entrambi sono accomunati da un’espulsione ai danni dei murcielagos.

Las Palmas – Valencia

A Las Palmas, Santi Mina aveva illuso i valenciani con un bel goal, il terzo consecutivo ancora su assist di Gayá. Ma dopo l’inizio che aveva fatto ben sperare, Viera pareggia i conti per i canari. Munir, il numero 9 valenciano, anziché gonfiare la porta locale, subisce il cartellino rosso che lascia i valenciani in 10. E da lì ecco il 2-1 dei canari con il difensore Lemos e il 3-1 dell’ex Milan Kevin Prince Boateng che ora veste la maglia del Las Palmas. Mangala dopo l’errore sul terzo goal dei locali, cerca di rifarsi e offre l’assist al nuovo entrato Zaza che segna ma in fuori gioco. Finisce la partita.

Valencia-Eibar: il pre-partita

Contro i baschi dell’Eibar, il Valencia aveva ben tre squalificati: Parejo e Nani perché avevano ricevuto cinque cartellini gialli, Munir che aveva ricevuto l’espulsione sul campo. Anche il Capitano Pérez non ha potuto partecipare al match per un affaticamento muscolare. Il Voro quindi aveva una formazione obbligata. Schiera il 4-3-3 con Diego Alves in porta, Gayá, Montoya, Mangala e Garay in difesa, a centrocampo la stella Soler, Suárez e Alvado Medrán. Davanti Santi Mina, Simone Zaza, alla prima partita da titolare e Joao Cancelo, spostato in avanti dal Voro.

L’Eibar risponde con Yoel in porta, Ander Capa, Galvez, Lejeune e Arbilla dietro. A centrocampo doble pivote con Escalante e García con davanti tre mezzepunte Pedro León, Adrián e Ruben Peña dietro a Sergi Enrich, salito alla ribalta nel 2016 per uno scandalo hard. I rossoblu giocano nello Stadio Municipa di Ipurua, 5250 spettatori.

Valencia-Eibar: il match

Contro il Valencia, i baschi mostrano tutte le pecche dei locali, che ci provano ma non riescono ad uscire dal momento negativo. Il primo tempo finisce sul 2-0 per l’Eibar con goal di Enrich di testa su assist di Escalante, che inizia a provocare il giovane Soler. Al 45° penalty provocato dal giovane che e goal del 2-0 di Adrián. Cartellino rosso per fallo di reazione del giovane Soler. Rientrati dagli spogliatoi, Orellana sostituisce Cancelo per il Valencia, ma dopo undici minuti della ripresa ecco il 3-0 di García. Entrano Bakkali per il Valencia e Fran Rico per l’Eibar che subito regala un assist per Enrich che segna il 4-0.

Il pubblico inizia ad abbandonare il Mestalla. Triplice fischio e umore nero per gli undici del Voro. “Ahora vemos la botella medio vacía porque hemos perdido dos partidos. Si ganamos dos partidos la veremos de nuevo medio llena.

L’allenatore del Valencia dichiara: “Ora vediamo la bottiglia mezzo vuota perchè abbiamo perso due partite. Se vinciamo due match, la vedremo di nuovo mezzo piena“.Nel dopopartita Kempes, il Matador argentino che ha militato nelle fila del Valencia, ha criticato il Valencia e dopo poco è uscita la notizia che non sarà più ambasciatore del club. Damiá Vidagany, direttore marketing del Valencia, glielo ha comunicato durante un suo viaggio negli Stati Uniti. Il club di Calle de Aragon ha presentato ricorso per l’espulsione di Soler, che può essere sanzionato con 4 partite di squalifica anche se è molto probabile che starà fuori due giornate perchè l’arbitro non ha messo a referto la provocazione di Escalante.

Sabato: Amuntmesquemai contro il Betis

Sabato contro il Betis, si cercherà di unire nuovamente tifosi, giocatori e allenatori, “Amuntmesquemai”, Amunt Valencia, ora più che mai. Per Enrich, 8 goal nella Liga, una stagione da incorniciare ad una sola rete dalle nove del 2015-16.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.