Sfumature bianconere: Allegri …e per tetto un cielo di stelle

198

Allegri decide di ascoltare i consigli dei tifosi ma si fa prendere un po’ la mano.

Dopo il mare di critiche ricevuto per la partita di Firenze e le proteste generate dal odioso 3 5 2, Allegri decide di esagerare e mette in campo una squadra che sulla carta sembra uno scherzo di carnevale.

Verso le 10 del mattino di domenica i siti cominciano a divulgare la notizia, prima solo un’indiscrezione, poi sempre più conferma.

Il commento è uno solo: “Allegri è impazzito”

La formazione.

Gente strana i tifosi di calcio. Vorrebbero tutti una formazione come la nazionale di Holly e Benji dove anche il magazziniere è un attaccante. Poi il mister mette in campo una squadra senza nemmeno un incontrista e tutti chiamano la neuro.

Anche Ancellotti che fece partire la rivoluzione copernicana di spostare Pirlo in regia, giocava con Gattuso e Ambrosini.

Leonardo giocava coni il suo cosiddetto 4 2 fantasia, il 2 stava per incontristi.

Ieri Allegri ha messo a centrocampo Pjanic e Khedira che non sono proprio dei mastini.

La partita.

La sorpresa dura poco perché Dybala sfrutta una sponda di Mandzukic e infila la palla in rete dopo nemmeno 5 minuti.

E poco dopo il quarto d’ora Higuain raddoppia con un inserimento perfetto su cross dalla destra.

In tutto questo, non si sa se per colpa della Lazio, i pericoli per la porta di Buffon sono davvero minimi.

La squadra, non essendoci nelle corde dei protagonisti corsa e aggressività, ha difeso di posizione. Chiudendo le linee di passaggio ai laziali e con due linee molto strette si è riuscito a limitare al massimo le incursioni biancocelesti.

Tutto questo però è basato sulla voglia di ripiegamento di Mandzukic che spesso è tornato a difendere in linea con Asamoah.

Speriamo che la strada intrapresa ieri continui e non sia un semplice esperimento.

In fondo gli interpreti ci sono.

Il nuovo modulo

Da centravanti possono giocare sia Higuain che Mandzukic. I trequartisti possono essere Cuadrado, Pjanic, Dybala e Pjaca se non si vuole confinare il generoso Mandzukic sull’esterno.

Nei due di centrocampo possono trovare posto oltre ai due interpreti di ieri anche, se non meglio Marchisio e Rincon. Con Sturaro, Hernanes, Lemina e magari anche Asamoah al bisogno.

Sulla difesa c’è poco da aggiungere.

Se non arriva la mezzala, allora tanto vale che sia l’atteggiamento di ieri a farci fare il salto di qualità.

Allegri lo sa e da ieri ce lo ha dimostrato.

I giocatori forti fanno forti le squadre. Quindi mettiamo in campo tutte le stelle del nostro firmamento e lasciamo ai nostri avversari la preoccupazione di difendersi.

Il segreto in questo caso è che le stelle non devono stare a guardare.

leggi anche…IL MERCATO E LA JUVE CHE VERRATTI

 

 

 

fonte foto: www.sosfanta.calciomercato.com

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.