Sfumature bianconere: Higuain bomber all’inglese

213
Juventus Logo nuovo

La Juve chiude un’altra partita con il risultato di 2-0. Il più classico dei risultati direbbero gli inglesi.

Stavolta però la Juve non ha chiuso le danze nei primi 20 minuti come al solito ma con un gol per tempo e un solo protagonista. Higuain.

Il Pipita sta superando tutte le previsioni di questa estate. Qualcuno diceva che non avrebbe fatto nemmeno 15 gol e c’è un signore in canottiera che rischia grosso…

Higuain è migliorato in tutto rispetto all’anno scorso.

Partecipa alla manovra, tanto da ritornare a centrocampo per poi riapparire sulla fascia ed aprire spazi dove si può infilare sia Mandzukic che Dybala.

Addirittura lo si è visto tornare a estirpare palloni al limite dell’area per poi far risalire la squadra.

Ma soprattutto non ha perso la via del gol.

Ad oggi ha segnato 16 gol in serie A e condivide il trono di capocannoniere con Dzeko. La proiezione non raggiunge la quota record dell’anno scorso, ma non è troppo distante.

E poi la squadra gira che pare un orologio a parte il fatto che…

Beh, qualche pelo nell’uovo c’è.

La Squadra a volte pare un po’ supponente. Come se fosse sicura che prima o poi il gol venga fuori e allora a volte indugia con passaggi laterali che, se da una parte stancano l’avversario ai fianchi, dall’altro fanno correre il rischio di una palla persa che diventa contropiede.

Ci piacerebbe che l’avversario fosse sempre aggredito e messo alle corde. Così Higuain diventa ancora più letale.

La retroguardia comincia ad essere poco affidabile in alcuni elementi storici. Chiellini alterna partite gladiatorie come contro l’Inter a partite in cui l’infortunio è la cosa migliore. Tanto per fare un esempio.

Qui la domanda nasce spontanea, ma come mai non si punta ad occhi chiusi su un elemento di sicuro valore come Rugani?

Misteri dello spogliatoio.

Un altro mistero è Pjaca.

Il talentuoso croato è dipinto come un fenomeno dai più, però in partita non si vede un granchè. È pur vero che solo mercoledì scorso ha fatto l’esordio da titolare. Tanto più che il modulo attuale sembra fatto apposta per esaltare un esterno con le sue caratteristiche.

Qualche cosa da sistemare c’è, è vero. Ma ad ogni partita appare chiaro che la strada intrapresa è quella giusta.

È con un bomber come Higuain è tutto più facile.

 

 

fonte foto: www.napolitoday.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.