Sfumature bianconere: Juventus, che sta succedendo?

254
evra via dalla Juventus?

Ultimamente succedono cose strane alla Juventus.

Nonostante i 4 punti di vantaggio sulle inseguitrici potrebbero addirittura diventare 7 al giro di boa se la Juve riuscisse ad espugnare il campo del Crotone, si dice sempre che la squadra continua a giocare male, che Higuain è un ciccione, che Pjanic è un bidone, la difesa vecchia, il centrocampo è troppo leggero,.

La sconfitta in supercoppa avrebbe aperto una crepa nel muro della Juventus a detta di qualcuno.

A parte la discussione sull’opportunità di giocare una finale tra chi ha vinto entrambi i trofei e chi non ha vinto niente, pare che ci sia una campagna per dare coraggio alle nostre rivali.

Dal punto di visto calcistico, invece, ha fatto scalpore la voce che parla di un addio di Evra già a gennaio o al massimo a fine anno per il ritorno del francese a Manchester.

Perdere un calciatore come Evra potrebbe non essere un buon segno. Il buon Patrice, appena arrivato a Torino ha vestito subito i panni del leader dando il suo contributo oltre che in campo anche negli spogliatoi.

Evra ha capito subito come ci si comporta alla Juventus e l’anno scorso è stato uno dei più importanti nel permettere alla squadra balbettante di inizio stagione di arrivare al quinto scudetto consecutivo.

Il fatto che vada via così, all’improvviso lascia un po’ perplessi.

Dal punto di vista agonistico potrebbe essere il suo ultimo anno sul campo. Da un lato la carta di identità e l’esplosione di Alex Sandro gli hanno tolto minutaggio.

Quello che si aspettavano tutti i tifosi è che fosse già pronta per lui una poltrona da dirigente a Torino.

Invece pare che la sedia sia stata spedita in Inghilterra.

Se Evra deciderà di andare via adesso, sulla sinistra saranno disponibili dietro Alex Sandro solo Asamoah e Mattiello.

Il primo non ha mai digerito troppo il ruolo di esterno di centrocampo nel caso di 3 5 2, figurarsi quello di quarto di difesa. Poi, anche nel suo ruolo preferito di interno di centrocampo, non somiglia più all’Asamoah di prima dell’infortunio.

A proposito di infortuni, il nome di Mattiello è legato al terribile infortunio che lo ha colpito l’anno scorso e dal quale ancora non si sa se si è completamente ripreso.

In sintesi, se parte Evra, rimane un buco sulla sinistra. Si parla di Darmian, accostato a tante squadre così come Criscito, si parla di Masina ma sembra un fulmine a ciel sereno non preventivato e forse non preventivabile.

Oltre al buco a centrocampo che potrebbe non essere chiuso con l’arrivo di Rincon.

Gagliardini poteva essere un buon acquisto, sia per ruolo che per età e nazionalità. Però, onestamente, le cifre folli che si sentono sui giornali per un ragazzo che non ha ancora raggiunto le 15 presenze in serie A non sono proponibili per la filosofia juventina in materia di acquisti.

In questo mese di gennaio, Marotta dovrà pensare al centrocampista che permetterà di rincorrere il sogno Champion’s e anche al terzino in grado di far rifiatare Alex Sandro senza troppi patemi.

Due obbiettivi per un sogno.

 

 

 

fonte foto: www.webcalcio.net

3 COMMENTS

  1. La Juventus è una squadra molto versatile. Io sono dell’idea che parlare di fallimento sia un pò prematuro. Ci sono stati parecchi casi dove, da più cadute consecutive, c’è stata poi una super ripresa. Trovo che sia la squadra più completa di questo campionato. Ne uscirà vincitrice!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.