Sfumature Bianconere: Mezzogiorno di fuoco a Empoli

239

Le partite all’ora di pranzo non piacciono a nessuno. A quanto pare però, nel calcio moderno, non se ne può fare a meno. E allora, visto che indietro non si può tornare, facciamocene una ragione.

Probabilmente è questo ciò che ha detto Allegri alla truppa prima di mettere a ferro e fuoco l’Empoli.

La Juve non ruba l’occhio nel primo tempo, però Pjanic mette prima Khedira e poi Cuadrado davanti a Skorupski. Il tedesco colpisce la traversa e forse era più difficile che segnare, il colombiano centra il portiere…

Guardando la partita di Cuadrado, il modo come ara la fascia per tutti i 90 minuti e per come asfalta il povero Pasqual, come crea sempre la superiorità numerica saltando sistematicamente l’uomo, viene da pensare che se il colombiano fosse appena appena più freddo sotto porta sarebbe da pallone d’oro. Purtroppo l’esterno voluto fortemente da Marotta, quando si avvicina alla porta vede solo il portiere e il più delle volte lo centra.

Il tedesco, in calo nelle ultime partite, si arrabbia tantissimo quando poco dopo l’ora di gioco deve lasciare il campo a Lemina, sarà un caso ma meno di 5 minuti dopo la Juve passa in vantaggio.

Alex Sandro scarica un cross basso su cui si avventa Dybala, l’attaccante con la faccia da bambino controlla da campione e scarica un siluro dal basso verso l’alto che va ad infilarsi sotto la traversa. Uno a zero e digiuno interrotto anche in campionato.

Uno dei più contenti del gol sembra essere Higuain che festeggia il connazionale, poi però, forse preso dall’invidia, ne mette dentro due nel giro di 5’, uno su assist di Lemina e l’altro su gentile omaggio di Zambelli.

Gift card 300x250
Allegri scende in Pjaca

A questo punto, a partita ormai blindata Allegri manda in campo Pjaca per Dybala e il croato di scorta, in meno di un quarto d’ora cerca di regalare la tripletta al Pipita dopo una scorribanda sulla sinistra, cerca l’eurogol alla Del Piero, dopo essersi bevuto il diretto avversario e cerca la botta da fuori murato però da Bellusci. Se poi Lemina avesse messo in mezzo la palla capitatagli tra i piedi attorno alla mezz’ora, staremmo celebrando il primo gol di questo croato che nel pochissimo tempo concessogli sta davvero incantando.

La richiesta

Ma avendo gente tanto devastante sulle fasce, non sarebbe il caso di concedere loro più spazio?

La verità che il piglio con cui è scesa in campo la squadra è quello giusto, sempre solida e con la voglia di attaccare, non si può dire che con Cuadrado e Alex Sandro sulle fasce la Juve abbia un’impostazione difensiva, però la difesa a 3 ha fatto il suo tempo.

Continuiamo a sperare che il mister cominci a varare la rivoluzione del terzo centrale, allora potremmo mettere a fuoco gli avversari anche dopo mezzogiorno.

In fondo le partite che contano si giocano soprattutto di sera.

 

 

 

fonte foto: www.90minuti.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.