Sfumature bianconere: Ma quella che ci hanno venduto è una Ferrari o una Giulietta?

234
Noi siamo la Juve (photo by nosecretnews.com)

Venduta come una Ferrari la squadra si sta mostrando alla pari di una Giulietta che, pare, abbia pure qualche problemino al motore.

Juventus: Venduta come l’ultimo modello della Ferrari ad Agosto, ci ritroviamo qui oggi (primo giorno di Dicembre), a chiederci se quella bella macchina non è un Giulietta (rossa come la Ferrari ma che di quella macchina ha solo il colore).

Dico questo perchè non ci si può incartare ai primi due infortuni (per pur gravi che siano), rimanendo attoniti e non sapendo che fare, quando hai per le mani dei giocatori di livello altissimo. Quindi o il livello degli stessi non è poi così elevato, oppure chi gestisce questa “macchina perfetta”, non è in grado di domarla e rischia di mandare tutto all’aria e sopratutto di farsi molto male.

Io propenderei più per la seconda ipotesi. Le mie antipatie per il mister sono ben riconoscibili dai tempi del suo arrivo a Torino. Ho sempre affermato che se il presidente aveva preso quella decisione, io, rispettavo la sua decisione perchè evidentemente era la più giusta, ma forse, dopo due anni le cose stanno cominciando a vacillare. I giocatori vengono comprati, la squadra è stata costruita per arrivare a certi obbiettivi ma, forse, non si riesce più a gestire un qualcosa che sta diventando più grande di lui (Allegri ndr).

Il mister sembra sempre impaurito e timido nel schierare la formazione (sopratutto il modulo) che lui vorrebbe. Ogni volta che sentiamo parlare di rivoluzione tattica, di cambiamento mentale e di evoluzione di gioco, ci ritroviamo poi, al fischio iniziale della partita, a dover assistere al solito modulo “Contiano” che da sicurezza e non snatura la compattezza di squadra. Una cagata del genere non si sente manco in una puntata di Holy e Benji.

Ma se non rischi, se non provi, se non ti butti a capofitto in una rivoluzione tante volte accennata e mai provata, come fai a sviluppare e creare idee di gioco differenti dal solito?. Mister svegliaaaa!!!! Osa, stupiscici, crea, vai contro corrente, insultaci se criticheremo, in futuro, queste tue scelte fuori dagli schemi, ma almeno potremmo dire un giorno. ” Beh almeno ci abbiamo provato…”

Però, anche la prima ipotesi fatta, non è da scartare. Siamo proprio sicuri che sia davvero una rosa competitiva e completa in tutte le sue parti?. Dando per scontato che gli acquisti dei vari Pjanic, Higuain, Benatia etc., siano azzeccatissimi e incentrati su giocatori di più esperienza europea, non tanto si può dire degli altri (tralasciando il cavallo di ritorno Cuadrado). Pjaca, ok si è infortunato e non ha potuto mostrare tutto il suo valore, ma per quel poco che ha giocato non si è dimostrato (mio modestissimo parere) all’altezza della situazione. Forse troppo giovane, troppo spaesato o semplicemente troppo sopravvalutato. Il trio Mandragora-Mattiello-Sturaro (non me ne vogliano), purtroppo non possono essere riserve dei vari Marchisio, Pjanic e Kedhira. Lo stesso Hernanes o Lemina non sono in grado di sostituire i titolari e questo lo si è visto con l’infortunio del Principino e con l’uscita di scena di Pogba, che pur essendo molto lezioso e tutto quello che volete, ma almeno dava spessore e qualità alla squadra. Ora alla lista di talenti scoperti si è aggiunto Kean, ragazzo dal futuro già scritto. Un predestinato, secondo alcuni, che lo hanno visto solo un paio di volte giocare. Io sono molto diffidente, vediamolo quando ci sono le partite che contano, quelle dove ti vai a giocare una qualificazione al Bernabeu o a Monaco e poi vediamo se veramente ha le “palle” e la stoffa del campione.

Quindi, tornando alla domanda principale sulla quale si basa questo articolo. Cosa ci hanno venduto una Ferrari o una Giulietta? Tra qualche mese lo scopriremo. Intanto #FINOALLAFINE SEMPRE E SOLO FORZA JUVENTUS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.