Sirene di Champions: tutto pronto per Valencia-Juventus

532

Al Mestalla già si sente l’inno della Champions League. C’è grande impazienza per la partita di mercoledì.

Amarcord: l’ultima Champions del Valencia

E’ una competizione da cui il Valencia mancava da 4 anni, dal 2014-15 in cui si qualificò al quarto posto, valido per l’ingresso alla massima competizione europea acquisito dopo il play-off vinto contro il Monaco (3-2 al Mestalla, 2-1 allo stadio Louise II).

Pur essendo in quarta fascia, il Valencia era in un girone abbordabile con Zenit San Pietroburgo, Olimpique di Lione e Gent. L’esordio si rivelò amaro con una sconfitta in casa contro i russi per 3-2, subito vendicata dall’1-0 in terra francese. Nella terza partita la qualificazione sembra mettersi bene con il 2-1 al Gent, ma poi un calo improvviso porta prima alla sconfitta con i belgi del Gent, replicata dal 2-0 in terra russa contro lo Zenit, allora guidato da Vilas-Boas.

Nell’ultima partita con lo Zenit già qualificato a 12 punti, andava in Belgio, mentre il Valencia a 6 punti, incontrava l’Olimpique Lione; ultimo in classifica e fuori dalla lotta qualificazione con 1 punto. Ai francesi riuscì tutto e passò 2-0 al Mestalla costringendo il Valencia all’Europa League. Qualificato il Gent con 10 punti. Agli ottavi poi il Gent perse contro il Wolfsburg e lo Zenit dovette arrendersi al Benfica. A vincere quella Champions fu il Real Madrid, nella finale di Milano contro l’Atletico Madrid vinta ai calci di rigore.

Valencia-Betis

Il Valencia arriva a questa partita con uno scialbo 0-0 in campionato. La squadra di Marcelino sembra una lontana parente di quella fatta di guerrieri e veloci ripartenze che è arrivata quarta l’anno scorso. Marcelino preferisce Jaume a Neto, difesa a 4 con Piccini, Gabriel Paulista, Diakhaby e Gayá. In mezzo la sorpresa Ferran Torres a destra, Kondogbia e Parejo doble pivote, Cheryshev a sinistra. Davanti Rodrigo Moreno e Gameiro. A disposizione Soler e Santi Mina, che saranno sicuramente utilizzati contro la Juventus. Il Betis è squadra esperta e si schiera con un 3-5-2 con Pau Lopez in porta, linea a tre con Sidnei, Bartra e Mandi, centrocampo folto con Firpo e Guerrero sulle ali, Inui, Guardado e Canales in mezzo. Davanti Boudebouz con la 10 e Sanabria con la 9.

Il primo tempo: l’infortunio di Kondogbia

Le prime azioni arrivano dalla sinistra con un cross di Junior Firpo per il Betis, e l’assist per Gameiro che in scivolata prova a trafiggere Pau Lopez che è attento sul suo palo. Kondogbia deve uscire per un infortunio alla caviglia ed è sostituito da Wass. Il francese è in dubbio per la partita contro la Juventus. Canales spaventa Jaume con un tiro da fuori area, e ci vuole un grande recupero di Piccini per evitare l’1-0 dei biancoverdi con Inui che aveva superato anche Jaume in uscita dopo una veloce verticalizzazione.
Il var non dà ragione al Valencia che aveva reclamato un rigore per fallo di mano, anzi Domenech si fa trovare pronto su colpo di testa avversario.

La ripresa: traversa di Parejo

Pronti via, grande assist di Rodrigo Moreno per il capitano Parejo che colpisce la traversa. Nella ripresa entrano Guedes, acclamato dal pubblico e l’attaccante Batshuayi per tentare il tutto per tutto ma il Valencia non riesce a costruire azioni pericolose. Il Betis si difende con ordine e prova le ripartenze anche con i neoentrati Joaquin, Leon e Lo Celso, appena arrivato dal PSG dopo il Mondiale deludente con l’Argentina. La partita finisce 0-0, alla fine i più scontenti sono gli uomini di Marcelino che volevano la prima vittoria nella Liga 2018 nonostante il portiere Jaume a fine partita abbia elogiato l’atteggiamento difensivo della sua squadra.

Valencia-Juventus

L’appuntamento è per le 20.45 di mercoledì. Dovrebbero trovare spazio Soler, Santi Mina, mentre si aspetta il ritorno in difesa di Garay. Probabile l’esordio di Guedes dal primo minuto. Sarà una partita indimenticabile, tutte e due le tifoserie aspettano il fischio di inizio per gustarsi questo match.

Riviviamo lo 0-0 tra Valencia e Betis

Betis-Valencia 3-6: una grande vittoria al Villamarin

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.