Primo successo da pro per Sander Armée

269

VUELTA A ESPANA – Il belga Sander Armée della Lotto Saudal centra la sua prima vittoria tra i professionisti al termine di una lunga fuga

Fuga coronata dal successo per un gruppo ben nutrito di corridori, con diversi italiani che alla fine riescono anche a ben figurare, nonostante non centrino il successo di tappa. Il più forte è stato il belga Sander Armée, capace di allungare sullo strappo finale, stroncando la resistenza di Lutsenko, l’ultimo a cedere. Bella rimonta finale di Giovanni Visconti, terzo, mentre è eccellente anche la prova di Matteo Trentin che chiude settimo e si riporta a soli 16 punti da Froome nella classifica valida per la maglia verde. Per Armée si tratta della prima vittoria in carriera da professionista e corona un’ottima Vuelta per la Lotto Saudal che già aveva centrato due successi con Marczynski.

I migliori arrivano dopo 10′ minuti, anticipati di qualche secondo da Fabio Aru che aveva provato l’attacco a 40 km dall’arrivo per recuperare terreno in classifica. I primi della generale arrivano frazionati, ma distanziati di soli pochi secondi l’uno dall’altro, rimandando tutto al terribile Alto de Angliru nella tappa di sabato.

Ordine di arrivo 18^ tappa

Rivedi qui il racconto e l’ordine di arrivo della 17^ tappa >>> Contador e Nibali all’attacco, Froome soffre e perde tempo

19^ Tappa: Caso. Parque Natural de Redes – Gijon (km 149.7)

Siamo nel Principato delle Asturie per una tappa di media montagna che nasconde qualche insidia, ma che difficilmente risulterà decisiva, visto che precede lo spauracchio Angliru ed i big proveranno a risparmiare energie, magari lasciando andare via una fuga sin dal via. Il percorso è tortuoso con ben 4 gpm (l’unico di 1^ cat. è troppo lontano daltraguardo), ma l’arrivo sarà in discesa e difficilmente assisteremo ad una decisa selezione.

Foto di Tim De Waele / TDWSports tratta dal sito www.cyclingnews.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.