SuperLega Volley, 12 giornata: La Lube vince, Trento vince ma al tie break

216

SuperLega Volley: Si è giocata la dodicesima giornata del campionato di SuperLega, siamo arrivati quasi alla fine del girone di andata, la prossima giornata sarà l’ultima e sarà anche quella che deciderà chi passerà agli ottavi di Coppa Italia.

La giornata si è aperta venerdì con l’incontro tra Sora e Padova che sono arrivate al tie break, vedendo uscire vincitrice la squadra laziale (18-25, 25-15, 25-27, 25-20, 19-17) Miskevich il migliore della gara con 25 punti.

La vetta della classifica la mantiene sempre la Cucine Lube Civitanova chee vince 3-1 contro Molfetta dell’ex Giulio Sabbi (25-15, 22-25, 25-20, 25-17) I trascinatori sono sempre loro, Osmany Juantorena con 21 punti, 79% d’attacco, 0 murate e Sokolov con 20 punti e 6 aces, non bastano i 22 punti di Giulio Sabbi contro questa corazzata che sale così a 31 punti in classifica.

Trento vince ma solo al tie break contro una tosta Monza  (25-18, 25-22, 22-25, 16-25, 15-11), alla fine Trento mantiene il secondo posto alle spalle di Civitanova perdendo solo un punto di distanza, mentre Monza raggiunge Verona a 19 punti. Migliore in campo Hirsch con 24 punti, mentre per Trento è il capitano Lanza con 19 punti, ma la sorpresa di questo girone d’andata è Daniele Mazzone, 11 punti, 2 muri e 2 ace, bene anche il baby talento Gabriele Nelli con 11 punti che poi viene sostituito.

Modena vince il derby contro Piacenza per 3-1 (19-25, 29-27, 31-33, 22-25) trascinata da un Luca Vettori in giornata buona, 25 punti e 4 aces, il ritorno in campo di Earvin Ngapeth ha giovato all’opposto italiano, per Piacenza migliore in campo il solito Hernandez con 20 punti, ma non è bastato. Piacenza rimane al quinto posto con 21 punti.

Perugia con l’arrivo di Bernardi non fa che vincere, batte anche Verona con un netto 3-0 in trasferta, Perugia che viene trascinata finalmente dal suo giocatore chiave, Ivan Zaytsev, schierato da schiacciatore-ricevitore, un ruolo che l’ha esaltato e che l’ha fatto tornare il martello che noi conosciamo, con 18 punti, 58% d’attacco, 5 aces tre consecutivi in avvio di secondo set e una ricezione pulita, ben tornato Zar! Bene anche Birarelli con 6 punti e Podrascanin con 10 punti. Male, malissimo Verona che ormai con la quinta sconfitta consecutiva non è più in corsa per lo scudetto, con solo Simone Anzani che ci prova, tornando titolare con 5 punti e 3 muri e Baranowicz sempre più in crisi.

Vibo Valentia vince 3-1 contro Ravenna (25-22, 28-26, 20-25, 28-26) bene Michalovic con 19 punti, mentre nelle file di Ravenna buona la prestazione di Fabio Ricci classe 1994 con 14 punti e 6 muri, ma non basta.

Vince la Top Volley Latina sul campo di Milano al tie break (25-22, 23-25, 25-21, 19-25, 9-15), Latina senza il suo campione Alessandro Fei fa affidamento al capitano Gabriele Maruotti con 18 punti, bene anche Andrea Rossi con 11 punti e 3 muri, Latina che così lascia l’ultimo posto in classifica a Milano, Milano che ormai fa affidamento in regia al giovane Riccardo Sbertoli che innesca un buon  Sasha Starovic con 28 punti, bene anche il centrale Gianluca Galassi con 3 muri.

Si torna in campo domenica 4 dicembre.

La classifica al termine di questa giornata dice questo:

Cucine Lube Civitanova 31

Diatec Trentino 29

Azimut Modena 28

Sir Safety Conad Perugia 25

LPR Piacenza 21

Calzedonia Verona 19

Gi Group Monza 19

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 15

Kioene Padova 14

Biosi Indexa Sora 11

Bunge Ravenna 11

Exprivia Molfetta 11

Top Volley Latina 9

Revivre Milano 9

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.