Tema Udinese: Differenza di motivazioni

234

Nella partita contro il Crotone hanno vinto la sostanziale differenza di motivazioni. La squadra di Del Neri non prende punti in Calabria, ma c’era da aspettarselo.

Nel calcio la differenza di motivazioni, si sa, fa la differenza. Una squadra senza nulla più da chiedere come l’Udinese, rappresenta la facile preda per chi ha ancora obiettivi in corso. Ne sa ben qualcosa il Crotone, che a dire il vero non ha avuto il classico tappeto rosso, ma la squadra friulana non ha mai affondato.

Del Neri, dal canto suo, per mascherare la cosa, mette in campo i presunti migliori. Thereau, Zapata, Badu e Kums. Gente che sulla carta è forte, ma di per se non hanno motivazioni. Zapata lo si sà, andrà via. Kums uguale. Badu e Theraeu con la testa sul mercato, il loro ciclo a Udine è sostanzialmente concluso. La domanda da porso quindi è: Perchè? Perchè Del Neri insiste su giocatori che non hanno un futuro per l’Udinese? Perchè non puntare ai vari Balic, Perica, Ewandro, che dovrebbero rappresentare il futuro friulano?

Ma la riconferma del mister di Aquileia passa anche da questo. E’ la titubanza di Gino Pozzo, potrebbe anche essere dovuta a questo. Il mister friulano ha dato tanto a questa squadra, risollevandola dal momento critico e dandole punti. Tanti punti. Ha resuscitato Fofana che era stato accantonato da Iachini. L’esplosione di Jankto e la ripresa di De Paul. La moderata fiducia ad Angella e Scuffet. Quindi perchè nelle ultime giornate si sta intestardendo a far giocare giocatori non più con la testa a Udine e all’Udinese?

La prossima partita casalinga contro la Sampdoria sarà molto significativa e ci farà capire cosa ha in mente Del Neri per queste ultime giornate. Farà finalmente accomodare in panchina senatori che con l’Udinese non hanno più niente a che fare?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.