Tema Udinese: Gambero Bianconero

226

Traccia: In virtù delle similitudini tra l’Udinese ed un gambero, racconta la partita di domenica.

SVOLGIMENTO – Caro professore, da che mondo e mondo il gambero è uso e costume mangiarlo nelle feste di Natale, mia zia li cucina sempre, sapesse che sapore!

Ma non dilunghiamoci sui dolci ricordi (anzi, salati) e passiamo al dunque. Questa squadra ha un potere, quello di far disperare i tifosi, perchè non riusciamo a compiacerci su una partita giocata ad alti ritmi e molto divertimento (Fiorentina), che subito arriva la mazzata che stronca sul nascere qualsiasi pensiero di relax da allontanamento delle zone calde, cadendo al Mapei Stadium. Il Sassuolo in casa, si sa, è squadra tosta, ma se le viene a mancare mezza squadra, la questione cambia aspetto radicalmente. La squadra manca di personalità, di voglia, di continuità. Il costrutto c’è, ma si vede una partita si e una partita no, proprio come dice lei, questa squadra si muove a gambero, costantemente indietro, anche quando vince. Ma almeno quando vince, rimaniamo tutti un pò più contenti.

Mister Iachini ha coraggio, molto, perchè ha iniziato la riabilitazione della squadra col passaggio di modulo, portando finalmente la difesa a 4. Il problema è che mancano gli interpreti, perchè difensori centrali improvvisati a terzini non possono rendere, e nemmeno il tanto decantato terzino iraqeno Adnan, che è risultato il peggiore, riesce a contrastare le scorribande del Lirola di turno. Questo risulta essere il risultato finale di una preparazione impostata sulla difesa a 3, cambiato in corso d’opera, quando ormai non puoi fare più niente, quando il mercato risulta chiuso e negli svincolati, non sembra esservi un terzino apparentemente decente. Di certo, la sfortuna fin qui ci ha visto benissimo, azzoppando Samir e Widmer, gli unici apparentemente capaci di mantenere la fascia difensivamente.

Di tutto ciò, nonostante l’andazzo preoccupante, la squadra riesce a creare più di quanto facesse nella passata stagione, segno che il modulo porta benefici alla manovra offensiva. E se con la Fiorentina non c’è stato seguito, portando ancora la squadra ad assomigliare ad un gambero bianconero contro il Sassuolo, possiamo ipotizzare un futuro dove l’Udinese riesca a cambiare la sua condizione? La risposta la darà la squadra e il mister Iachini, che sabato vedrà affrontare all’Olimpico una Lazio ostica ma non imbattibile, che viene si da una vittoria contro l’Empoli, ma non con la dovuta brillantezza col quale si potesse immaginare alla vigilia.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.