Tema Udinese: L’anno che verrà

247

L’anno che verrà vedrà un calendario di partenza molto ostico, ma casalingo. Descrivi le tue impressioni tra quello che è stato e quel che sarà.

Il pareggio contro la Sampdoria nell’ultimo match di campionato, ha regalato un sereno Natale e un augurio per l’anno nuovo notevole, pensando che nelle ultime quattro gare, la squadra ha girato per il verso giusto, tra bravura tattica e tanta fortuna che l’hanno allontanata in maniera evidente dalle posizioni di fondo classifica.

L’obiettivo per l’anno nuovo e cominciarlo diversamente da come lo si era cominciato nel 2016, anno difficile, che ha portato alla quasi retrocessione la compagine bianconera, che ha preso i punti salvezza (incredibile a dirsi) con squadre di alto rango come Inter, Napoli, Fiorentina e Juventus, perdendo invece tutti gli scontri diretti con le avversarie in lotta salvezza.

Con l’arrivo di Del Neri, la squadra ha invertito questa pericolosa tendenza, non riuscendo a battere (ma sempre onorando l’impegno), squadre di alto spessore, ma battendo le dirette avversarie per la zona calda. Le tre vittorie consecutive hanno portato morale e determinazione con fiducia nei propri mezzi. L’allenatore ha dimostrato che la vecchia scuola non è ancora tramontata e che il mestiere dell’allenatore è più complesso di un corso e un patentino.

L’anno che verrà potrebbe vedere all’orizzonte una gestione tecnica differente anche nella tematica italiani in rosa, con Bonato determinato a far si che la squadra acquisti quella italianità che ancora manca. Diversi sono i nomi che circolano nell’ambiente friulano, ma che ben si sa nell’animo dei tifosi di non dire gatto se non l’hai nel sacco.

Potrebbe essere l’anno di talenti e consacrazioni, di certezze e di nuove emozioni con lo stadio a fare finalmente quella cornice perfetta ad una squadra ambiziosa e non essere la casetta di marzapane per una squadra farlocca. Tutto ciò lo si augura, perchè di delusioni siamo ormai colmi.

Ad un 2017 ricco di soddisfazioni. Auguri, amici tifosi dell’Udinese! ALE UDIN!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.