Tema Udinese: Nessuno scalpo eccellente

228

L’Udinese perde l’ennesima sfida diretta contro una squadra di cartello, non riuscendo a portare nemmeno questa volta uno scalpo eccellente del quale fregiarsi.

All’Udinese di Del Neri manca quel che si dice uno scalpo eccellente. Eppure, a differenza degli altri colleghi che lo hanno preceduto, il mister di Aquileia non riesce a fare punteggio contro le grandi squadre, ma regola di giustezza avversari al proprio livello. La caratteristica base evidentemente è stata cambiata nella squadra friulana, portando la squadra ad avere un livello di concentrazione elevato nelle sfide contro i propri pari che, piuttosto, contro avversari di rango elevato.

Il discorso fila, ma non dispiace, se pensiamo che fino all’anno scorso, potevamo si vincere contro Juventus, Napoli e Fiorentina, per poi prenderne 4 a Palermo e perdere contro Frosinone e due volte contro il Carpi. La squadra si è normalizzata, raggiungendo un livello da squadra da centroclassifica che non vuol chiedere altro che un campionato placido per poter rimanere nella massima serie.

La cosa che incuriosisce però è sapere se nelle vene del mister scorra quella forza che in futuro, con un organico diverso, possa arrivare non solo a regolare squadre di pari livello, ma battere anche avversari forti e dare uno scalpo eccellente al proprio pubblico. Del futuro non vi è certezza, ma Pozzo ha ribadito a più riprese di volere affidare al tecnico la gestione futura dell’organico.

La partita contro la Roma, ha evidenziato le solite lacune, che però vengono compensate con sprazzi di bel gioco e trame offensive che non si vedevano dai tempi belli di Guidolin. La squadra ha latiteggiato per 15 minuti, più che necessari per subire quasi due gol, prima di compattarsi e tenere testa ad una Roma non brillantissima. Destano preoccupazione nell’ambiente (per non parlare di scoramento), le prestazioni di Zapata, che ha mal cominciato questo 2017. Nell’ambiente non prendono bene l’idea di dover avere un calciatore che non dia il massimo poichè in prestito, e se una possibilità nell’acquisto definitivo si era fatta verso fine stagione, l’acquisto di Kevin Lasagna per giugno, chiude le porte a questa ipotesi.

Capitolo De PaulIl calciatore sembra si stia pian piano ambientando al campionato italiano, risultando uno dei migliori nella partita contro la società capitolina. A dire il vero anche contro l’Inter è risultato essere uno dei migliori, ma è ancora presto per dire se quel numero che fu di Zico e di Di Natale, stia veramente bene sulle sue spalle. Due partite non fanno testo, ci si aspetta immensamente di più da lui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.