Tema Udinese: Ragazzi sveglia, il campionato è ricominciato

248

OTanti passi indietro per i ragazzi di Del Neri, che sul campo dell’Empoli sono tornati ad esprimere un calcio indolente per gli occhi dei tifosi.

E’ tornata l’Udinese deludente dei tempi di Iachini. E’ questa volta non c’è alibi che tenga: la colpa è della squadra. Nella conferenza stampa, Del Neri cercava invano le parole per coprire le spalle ai propri ragazzi, ma ormai la sufficienza del minimo indispensabile è parte integrante dell’ambiente friulano, e il tifoso lo sa.

Tale sufficienza la si denota anche nell’ambito societario. Il pubblico friulano fa da diverso tempo il raffronto tra i due tipi di mercato tra l’Udinese e la consorella Watford. E mentre Inghilterra fanno diversi acquisti, ad Udine il mercato è fermo. L’arrivo di Lasagna è un primo passo, ma veramente troppo poco se pensiamo che arriverà a giugno. Il caso Zapata invece comincia a farsi gravoso. L’attaccante gioca con scarso impegno, ormai conscio che a Udine non vuole rimanere, perchè quindi tanto credito? Perchè farlo giocare sempre?

Il cullarsi sulle disgrazie altrui non rende avvincente nessuna partita. Se vuoi la gente allo stadio, questo atteggiamento non è proprio l’ideale per accattivarsela. Anche la storia del ritiro in vista della sfida contro il Milan sta assumendo i tratti delle comiche. Con il tira e molla che si sta tirando da domenica sera e ancora non se ne prende una decisione. Tutto ciò rende la società screditata agli occhi dei tifosi.

In tutto ciò la squadra sta giocando con la voglia di un condannato a morte, portato alla fucilazione.

Ad Empoli si è visto questo, con calciatori fermi e incapaci di imbastire un azione.Con Zapata costantemente a vuoto. Con Thereau anonimo, è quando non gira lui son dolori. Con De Paul fumoso perso nei suoi dribbling estenuanti più per se stesso che per gli avversari. Fofana ha un calo e sembra l’ombra di se stesso. E il tanto decantato Kums piano piano sta sedendo in panchina a discapito di Hallfredsson. L’unico che ci mette voglia e solo Jankto, ottimo potenziale ma ancora leggermente acerbo. Ha dalla sua l’età e talento, per ripartire dal prossimo anno con titolarità fissa.

Se l’Udinese vuole fare risultato contro il Milan, dovrà cambiare totalmente testa. Quella indossata sul campo dell’Empoli è da schiaffi. Il campionato è ricominciato, svegliatevi ragazzi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.