Torino – Bologna, elogio ad una squadra affamata

239
Photo by torinogranata.net

Una nota di merito va anche data all’allenatore, a quel generale, capace di portare grinta e fame di vittorie ai ragazzi in maglia granata.

Spinti dallo stadio Grande Torino, i nostri ragazzi hanno mostrato cosa di grande c’è in loro, prendendosi la rivincita dopo la bruciante sconfitta in casa del Milan. Contro il Bologna si è vista la determinazione, la grinta e la voglia di vincere dei ragazzi di Mihajlovic. In parte già contro i rossoneri qualcosa si era intravisto, ma Domenica, complice l’assenza nel secondo tempo dei rossoblù, anche il risultato è stato dalla loro parte.

Una patita divertente nel primo tempo con continui cambi di fronte e un monumentale Belotti permettono ai granata di chiudere in vantaggio. Il secondo tempo è storia. Martinez e Baselli chiudono il match e Belotti approfitta del KO per mettere a segno la prima tripletta personale stagionale e in serie A.

Ljajic purtroppo non è riuscito a finire la partita e resterà fermo per un altro mese e mezzo (da quanto si vocifera). Di positivo c’è che, se Martinez dovesse riuscire a mantenere questi ritmi, in questo periodo Adem avrebbe un degno sostituto. Proprio sul bandito vinotinto non ci sono che belle parole da spendere. Arrivato tra lo scetticismo generale, la sua prima stagione non è stata di certo emozionante. Il secondo anno con un po’ più spazio ha mostrato ampi margini di miglioramento, ma una freddezza sotto porta praticamente inesistente. Verso fine stagione assieme al Gallo ha iniziato a vedere meglio la porta. Poco tempo fa era dato come possibile partente. Ma non si è mai dato per vinto.

I meriti della vittoria

Partendo dalla difesa, granitica se non che in occasione del pareggio di Taïder, complice anche una disattenzione a centrocampo. De Silvestri ha mostrato il motivo per cui è stato preferito a Zappacosta. Bovo e Castan si sono mossi bene, tappando alcuni buchi lasciati dallo schema offensivo. Molinaro questa volta è stato decisamente più attento, e non è mai andato in difficoltà.

A centrocampo non saprei cosa dire. Vives ha tirato fuori dal cilindro una prestazione monumentale, muovendo il gioco come un burattinaio. Benassi e Baselli hanno gettato benzina sul fuoco già prorompente dell’attacco (così come Acquah al suo ingresso). Iago Falque non ha smesso un secondo di correre e si è preso un ruolo da protagonista sulla rete di Martinez, pennellando un cross perfetto sui piedi di Benassi. Belotti è stato semplicemente eccezionale. Non è mai stato fermato dai felsinei, se non fallosamente. Boyè ha ancora tanto da migliorare, ma sembra aver capito qual’è la strada da prendere.

Una nota di merito va anche data al Mister, a quel generale, capace di portare grinta e fame di vittorie ai ragazzi in maglia granata.

Adesso testa all’Atalanta. Andiamo a prenderci altri tre punti!

FVCG <3

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.