A Tortolì tappa e maglia rosa per il “gorilla” Greipel

301
Greipel a Tortolì

GIRO D’ITALIA – Dopo la beffa di ieri, il favorito di giornata André Greipel vince nettamente la 2^ tappa Olbia-Tortolì, conquistando anche la maglia rosa

La seconda da Olbia a Tortolì era una tappa che sulla carta preoccupava un po’ tutti, visto il percorso tortuoso, esposto al vento laterale ed i 3.000 metri complessivi di dislivello, oltre alla prima vera salita del Giro (Genna Silana, gpm di 2^ cat.). Alla fine però, il pronostico viene rispettato e la logica conclusione è lo sprint a ranghi compatti o quasi.

Come previsto, va via una fuga nelle primissime battute con ancora protagonista, tra gli altri, Daniel Teklehaimanot, il combattivo eritreo che conquista la maglia azzurra: nonostante l’attacco dal lontano, le squadre più attrezzate controllano agevolmente e rientrano sui fuggitivi nel finale, subito dopo aver valicato il gpm di 2^ categoria. E’ qui che si accende la battaglia, nella discesa verso Tortolì, con la Bahrein Merida di Vincenzo Nibali ad operare il forcing per provare a rompere il gruppo e sorprendere qualche rivale, senza peraltro riuscirci. Nei chilometri conclusivi assumono il controllo della corsa le squadre dei velocisti e così si va allo sprint a ranghi compatti, senza la sorpresa Postlberger che ha caratterizzato la prima tappa: vince piuttosto nettamente André Greipel, che grazie agli abbuoni conquista la maglia rosa ed anche quella ciclamino della classifica a punti, con Roberto FerrariJesper Stuyven alle piazze d’onore. Tra i grossi calibri, perde 20″ Ilnur Zakarin, vittima di un incidente meccanico ad una decina di chilometri dal traguardo, ma abile a recuperare terreno grazie alla possente azione del suo Team Katusha.

Per il “gorilla” Greipel, così soprannominato per la sua forza fisica, si tratta del settimo successo di tappa al Giro d’Italia (più 11 al Tour e 4 alla Vuelta), ma è la priva volta che indossa la maglia rosa, obiettivo dichiarato di questa stagione.

3^ Tappa Tortolì – Cagliari (km 148)

Frazione estremamente breve che conclude la tre giorni in Sardegna, alla vigilia del primo giorno di riposo ed al trasferimento in Sicilia, dove la corsa riprenderà martedì. Sono solo 148 i chilometri che collegano la partenza di Tortolì con l’arrivo di Cagliari, molto vallonati, ma sostanzialmente privi di difficoltà altimetriche, visto che l’unico gpm di giornata (Capo Boi, 4^ cat.) è davvero troppo breve (meno di 3 km) per impensierire i velocisti. Sono infatti le ruote veloci del gruppo i logici favoriti della tappa, con André Greipel che ha la possibilità di difendere per un giorno la sua maglia rosa, prima di perderla sull’Etna la prossima settimana.


Immagine di copertina di Tim De Waele / TDWSports.com tratta dal sito www.cyclingnews.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.