Udinese: Di Necessità, Virtù

222

Dopo appena una settimana dall’inizio del ritiro, andiamo ad analizzare la situazione in casa Udinese.

Se vogliamo vederla da un punto di vista positivo, possiamo dire che l’Udinese, è ritornata ad agire come ci aveva abituati in passato, infatti nel calciomercato, appena cominciato sulla carta, ma già in fase avanzata, basti pensare che il primo acquisto, ovvero Hamdi Harbaoui, è stato acquistato prima della fine della stagione passata.

L’Udinese si muove in sordina, con colpi semi-sconosciuti, muovendosi nuovamente tra calciatori sudamericani giovani e francesi di secondo appeal. Infatti dopo l’arrivo di Seko Fofanà, l’Udinese ha chiuso per il ventenne attaccante brasiliano Ewandro, che in patria, assicurano come calciatore di futuro assicurato.

Ma se possiamo dirlo, per fortuna la legge che impone un certo numero di italiani in rosa, ha costretto la società friulana a riportare in patria Gabriele Angella, che dopo 3 anni passati in Inghilterra, ha fatto rientro in patria, per difendere nuovamente i colori bianconeri. Con lui sono rientrati dai prestiti anche Simone Scuffet e Marco Faraoni, autori di due ottime prestazioni nella serie cadetta rispettivamente a Como e Novara. Mentre molto aspettative vengono stipate in Jacob Jankto, che ha stupito nell’Ascoli per la sua verve offensiva, adatta al solito 3-5-2, tanto caro alla società friulana. Andranno o sono andati già in cadetteria a fare esperienza i giovani Meret, Pontisso e Coppolaro.

Da tutto ciò, Iachini si vede costretto a dover sfogliare la margherita, perchè attualmente la società conta più di una quarantina di tasselli, che man mano, il mister marchigiano sta cercando di ridurre per arrivare ad una rosa omogenea di 25 calciatori. In questa prima settimana, l’allenatore dell’Udinese, ha lavorato molto sul piano tattico a discapito di quello fisico. In questo primo scorcio, si è detto molto contento della voglia d’applicazione della rosa, soprattutto da parte dei giovani. Ma la cosa che ha più colpito è stato il continuo martellamento che il tecnico ha inflitto ai suoi uomini in base al gioco di prima e fraseggio, che molto ha condizionato le prestazioni di questi ultimi tre anni. In poche parole, in questo primo inizio, Beppe Iachini, farà di necessità virtù per lavorare con quello che ha, per cercare di trarre tutto il buono dagli elementi presenti in rosa.

Tutto questo preclude nuovi arrivi? Non è detto, perchè la società potrebbe chiudere due nuovi acquisti sulla linea del centrocampo e sulla fascia, anche per via di calciatori che devono partecipare alle Olimpiadi con le rispettive Under 21. Ma sicuramente saranno molte di più le voci in uscita, che quelle in entrata, perchè il calciomercato finisce ad inizio settembre, ma la Serie A comincia tra poco più di un mese e per allora, l’Udinese dovrà essere completa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.