Valencia: 5 X per Marcelino

470
Iago Aspas - Celta Vigo
Iago Aspas festeggia contro il Valencia cf

L’allenatore del Valencia è sotto la critica dei media locali

Valencia-Celta Vigo: Bathsuayi in rete

Il Valencia non si sblocca. In casa contro il Celta Vigo, l’allenatore del Valencia le ha provate tutte.
Senza Parejo, ha dato peso con Coquelin, appena rientrato dall’infortunio, a guidare la mediana con Soler. Sugli esterni Guedes e Wass. Davanti Rodrigo Moreno e Batshuayi che subito sblocca la partita con un preciso piatto sul portiere in uscita. Il Valencia mantiene il controllo della partita nonostante un maggior possesso palla degli ospiti. Il Celta Vigo, difatti, ha vinto 2 delle 5 partite disputate fin qui e si trova nelle parti medio-alte della classifica.

Il secondo tempo: Il Celta esce fuori

L’attaccante con la maglia numero 19 ha l’occasione del raddoppio e fa davvero tutto bene. Ma il portiere del Celta, Sergio Álvarez, devia la palla tanto quanto basta perché il tiro non si trasformi in goal. Negli ultimi minuti, entrano in campo di Kondogbia e Cheryshev per avere più corsa in mezzo e sulle fasce. Ma i gallegos si spingono in avanti e si rendono subito pericolosi con un bel tiro da fuori. Il goal è nell’aria e il bomber Iago Aspas, 22 reti l’anno scorso, sfrutta un cross e di testa realizza il pareggio all’82°.
Marcelino fa entrare anche Gameiro per tentare il tutto per tutto, al posto di uno stremato Bathsuayi, ma il Celta si difende e porta a casa un ottimo pareggio per 1-1.
Il giustiziere del Valencia quindi è Iago Aspas che è stato molto vicino al Valencia questa estate, se Rodrigo Moreno fosse andato al Real Madrid – come ricorda Superdeporte-.

Marcelino sotto accusa

Fino a domenica, le critiche si rivolgevano a Capitan Parejo, autore dell’errore dal dischetto contro la Juventus e dell’espulsione che ha lasciato i suoi in 10 con il Villareal.
Ora i media e i tifosi puntano il dito contro l’allenatore del Valencia, che non riesce a creare gioco e la squadra ha segnato solo 4 reti in 6 partite.
Ma la classifica del Valencia non può essere fatta di 5 pareggi e una sconfitta. Soprattutto pensando all’anno scorso in cui la squadra di Marcelino, nel girone d’andata, navigava nelle parti alte della classifica.
Il gioco deve velocizzarsi e mettere le punte nelle condizioni di ricevere più palloni. Gayá e Piccini non hanno i cambi giusti e non dimentichiamo che fino a 2 stagioni fa il Valencia sulla destra aveva Joao Cancelo, ora punto di forza della Juventus.

I prossimi impegni: la Real Sociedad

Sabato 29 settembre, il Valencia va a San Sebastian, nel Paese Basco, per affrontare la Real Sociedad, ottima squadra molto quadrata che può mettere in difficoltà gli uomini di Marcelino. Otto punti in classifica per gli uomini di Garitano: frutto delle vittorie contro Villareal e Huesca in trasferta, dei pareggi con Leganés e Rayo Vallecano e delle sconfitte contro Eibar e Barcellona.

Il miglior marcatore dei baschi è Willian José con 3 reti.  Garitano in genere schiera un 4-2-3-1 con Rulli in porta, Rodrigues, Moreno, Elustono e Zaidua in difesa, doble pivote con Zubeldia e Merino. Tre mezze punte con il gioiello Oyarzabal, con la maglia numero 10 a sinistra, Sangalli, trequartista di 23 anni sulla destra e Pardo libero di muoversi dietro a Willian Josè, 26 anni, brasiliano.
Sono in infermeria tra gli altri il bomber Sandro Ramirez, l’ala Januzaj e il difensore centrale Diego Llorente.
All’Anoeta si prevede il pubblico delle grandi occasioni, la Real Sociedad vuole puntare in alto quest’anno e centrare nuovamente la qualificazione all’Europa League.
Garitano sa che il quarto posto valido per la Champions League è molto difficile, ma con un Valencia in difficoltà, la sua squadra può puntare in alto e sfidare una corazzata contro il Siviglia per questo obiettivo difficile da raggiungere.
Il collettivo della Real Sociedad in questo momento sembra superiore a quello del Valencia, perciò i murcielagos non possono permettersi di sottovalutare l’avversario.

Valencia-Celta Vigo: la sintesi

2 anni fa: la Real Sociedad di Xabi Prieto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.