Il Valencia va a Las Palmas guidato dal super Voro

232
Valencia-Las Palmas

Il Valencia va alle Canarie di Boateng e Livaja con l’allenatore del Valencia che è elogiato da tutta la stampa

Valencia-Villareal

Il derby della Comunidad Valenciana si è risolto con un netto 2-0 a favore della squadra del Voro. Carlos Soler e Santi Mina, gli uomini delle ultime partite, hanno sentenziato il match nella prima frazione. Nel secondo tempo il submarino ha attaccato e ha colto un palo con Alexandre Pato, ma il Valencia ha dominato e rischiato di segnare anche la terza rete.

E’ stata una grande vittoria per l’allenatore del Valencia, che è riuscito ad unire lo spogliatoio ed è elogiato da tutta la stampa valenciana. Ha esordito il nuovo acquisto Zaza. La società ha confermato la volontà di riscattarlo a fine anno dalla Juventus.

Nel frattempo Soler ha firmato il contratto che lo lega al Valencia. Avrà la maglia numero 18 ed una clausola di 30 milioni di euro per evitare che uno dei grandi club riesca a sottrarlo al club che.

Rodrigo si è operato al ginocchio. Anche Siqueira sarà out per la partita contro il Las Palmas, come Abdennour che sta giocando la Coppa d’Africa con la Tunisia.

Torna invece nel gruppo Lato, altro giovane di Pobla de Vallbona, che era stato assente contro l’Espanyol e il Villareal.

Il Las Palmas: i giallo blu sostenuti dalle Canarie

Il Las Palmas all’andata sorprese il Valencia, vincendo 4-2 al Mestalla. Santi Mina aveva portato in vantaggio i che, ma i canari in mezz’ora avevano ribaltato la situazione portandosi sul 3-1 con Livaja (ex Inter e Atalanta), Jonathan Vieira e Kevin Prince Boateng (ex Milan). Ancora Santi Mina aveva accorciato le distanze sul 3-2 ma all’88° Livaja aveva chiuso il match sul 4-2. Quique Setién, l’allenatore del Las Palmas, da giocatore è arrivato a militare con la maglia della Nazionale Spagnola, giocò nelle fila del Racing di Santander per 8 stagioni dal ’77 all’85, poi venne acquistato dall’Atletico Madrid nel 1985. Restò nei colchoneros fino all’88 poi passò al Logroñés. Dopo il grande ritorno al Racing, termina la carriera al Levante in terra valenciana.

Da allenatore inizia ancora nel Racing nel 2001, per passare al Polideportivo Ejido. Nel 2006 va ad allenare la Guinea Equatoriale, poi nel 2007 allena la sua ex squadra il Logroñés, per poi passare al Lugo dal 2009 fino al 2015. Il 20 ottobre va ad allenare il Las Palmas nella Primera Division.

Nella sfida del lunes dovrebbe scendere in campo con Javi Varas, Hélder Lopes, Bigas, Mauricio Lemos, Michel. A centrocampo Roque Mesa e Vicente Gomez, dietro Jonathan Viera, Kevin-Prince Boateng e Mateo Garcia dietro Marko Livaja.

La squadra del Voro risponderà con Diego Alves, dietro Montoya, Garay, Mangala, Gayà, a centrocampo Soler, Pérez, Parejo. Davanti Santi Mina e Nani dietro al numero 9 del Valencia Munir.

Il nuovo giocatore dei gialloblu Halilović dovrebbe entrare nel secondo tempo così come Zaza. All’Estadio Gran Canaria lo spettacolo è garantito, 32.000 posti circa e tanti che saranno collegati in tv nel match del Monday night. Il Valencia sogna la terza vittoria consecutiva. Il Las Palmas cerca i tre punti, che mancano dalla sfida in casa contro lo Sporting Gijón. Negli ultimi 2 match il Barcellona ha dato una dura lezione ai gialloblu con una sconfitta per 5-0, mentre nell’ultima sfida di campionato i canari hanno pareggiato 1-1 con il Deportivo con goal di Mateo García.

Tutte le penyas sono pronte a sostenere il Valencia, anche la Curva Nord si è riavvicinata ai giocatori, Amunt Valencia!

Immagine: 2016. AFP PHOTO / JOSE JORDAN

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.