VAR: o la si usa bene, o non la si usa proprio. “Furto” a Torino!

297

VAR o non VAR? Questo è il dilemma

VAR decisiva nella gara dell’Udinese contro il Torino di Mazzarri. Purtroppo, però, lo è a nostro sfavore e per motivi ancora non chiari. In effetti ci sono delle ipotesi, ma dalle immagini e dalla reazione stessa dei giocatori granata in campo, non si capisce cosa sia successo per giustificarne l’uso.

I bianconeri giocavano allo Stadio Olimpico contro gli uomini di casa in una sfida tra due squadre in buona salute. Fino al momento incriminato stavamo giocando una buona gara controllando la partita. Dopo un cross di Widmer, Lasagna colpisce la traversa e Barak ribadisce in rete. Esultiamo e tutte e due le squadre vanno verso il centrocampo, quando interviene il VAR Maresca che praticamente sospende la partita per cinque minuti. Da subito non è chiaro il motivo dell’interruzione. E dopo un’interminabile consultazione, arriva l’annullamento del gol. C’è chi dice per fuorigioco, chi per un fallo lontano dall’azione. Quel che è certo è che la mazzata blocca sul più bello la partita dei nostri e consegna psicologicamente la gara nelle mani di Mazzarri.

Non è possibile perdere così tanto tempo per visionare un’azione. Cosa si è fatto in tutti quei minuti in cui non si sapeva cosa sarebbe successo? Si è andati a cercare un qualche pretesto per annullare la rete? O si è solamente dato credito al VAR Maresca che forse non sa svolgere quel particolare compito? Forse si voleva aiutare indirettamente la Juventus che sarà la prossima avversaria del Torino, facendo sì che questa vincesse una gara attraverso aiuti arbitrali?

Dopo quell’episodio, il nulla

Da quel momento l’Udinese (colpevolmente) esce di scena e si abbandona al Torino, che infatti trova ben presto la rete su calcio d’angolo (questo sì viziato da un fallo di Belotti nell’azione precedente, non visto però questa volta dal VAR).

E piove sul bagnato visto che durante la gara, finita 2-0, uno dei giocatori più importanti e comunque quello che segna, Kevin Lasagna, è dovuto uscire per infortunio e non si sa bene la tempistica per il recupero. Kevin su Instagram dice di star lavorando per tornare il prima possibile, ma la lesione al bicipite femorale della coscia sinistra sarà valutata di giorno in giorno.

A questo punto è davvero arrivato il momento di brillare per Mazi Lopez, Perica e De Paul. Oddo contro la Roma avrà però la fortuna di riavere in campo Ali Adnan, che significa anche tenere in panchina un certamente non brillante Pezzella.

Ci aspetta un calendario difficile: non puntiamo all’Europa, quindi non è necessario metterci i bastoni tra le ruote per agevolare altre squadre. Speriamo che sia il primo e ultimo torto che la VAR abbia in conto per noi. E’ anche vero però che la VAR è nata per eliminare del tutto i torti, non per far nascerne di nuovi.

Noi possiamo solo dire Forza Ragazzi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.