Volley: La femminile delude, la maschile esalta

253

Volley: Alle olimpiadi di Rio, la nazionale femminile di Marco Bonitta debutta con una sconfitta, 3-0 contro la Serbia.

Le ragazze non hanno giocato male, ma neanche bene, hanno sbagliato tanto, non ha mai dato l’impressione di poter rimontare.

Il ct Marco Bonitta ha mandato in campo come sestetto titolare orto in regia, Egonu opposto, Del Core e Sylla in banda, Chirichella e Guiggi al centro più De Gennaro libero, lasciando dunque inizialmente fuori Leo Lo Bianco.

Il primo set è stata una lotta punto a punto, dopo un servizio out di Boskovic l’Italia ha avuto due set-point, ma li ha sprecati con due errori, uno di Del Core in battuta e l’altro per un’invasione di Orro a rete. Sylla è riuscita a ottenere un altro set-point, ma Rasic lo ha annullato e con un ace ha portato la Serbia in vantaggio. Bonitta ha chiamato il time-out, ma al rientro in campo le azzurre hanno commesso invasione e così la Serbia ha vinto 27-25 il primo parziale.

Nel secondo set non c’è stata proprio storia, L’Italia ha provato a reagire, ma è stato tutto vano e così la Serbia ha guadagnato sei palle-set (24-18) e ha chiuso sul 25-20.

Nel terzo set è ancora la Serbia a dettare i giochi, le azzurre sono riuscite a recuperare qualche punto portandosi fino al -3 (9-12) e poi fino al -1 (19-20) grazie a una scatenata Paola Egonu.

La Serbia ha però trovato due match point con Mihajlovic e lei stessa ha chiuso con un mani-out sul 25-22.

Risultato finale: Serbia-Italia 3-0 (27-25, 25-20, 25-23)

 

Prossima avversaria dell’Italia è la Cina nel match di lunedì 15 agosto alle ore 14:30 italiane.

 

Tutta altra storia per la nazionale di Chicco Blengini che batte la Francia 3-0, con parziali altrettanto gustosi: 25-20, 25-20, 25-15.

Diciamolo, dopo la brutta figura rimediata contro la Francia nella World League di neanche un mese fa, avevamo paura di ricaderci e invece i ragazzi hanno saputo riscattarsi e vedere N’Gapeth rimanerci male non ha prezzo.

In campo tutti i ragazzi che si sono conquistati il pass per il Brasile: Giannelli-Zaytsev, Birarelli-Piano, Juantorena-Lanza, Colaci libero.

Nel primo set ,l’Italia si porta subito 9-0, trascinata dalle bombe al servizio di Simone Giannelli e dagli attacchi micidiali dello Zar che è tornato a martellare nel suo ruolo preferito e giusto, si procede sul filo dell’equilibrio, poi Giannelli piazza un ace millimetrico che vale il 23-20. E’ il break decisivo. Un errore in difesa ed un attacco fuori di Antonin Rouzier regalato il 25-20 all’Italia.

Nel secondo set, Earvin Ngapeth si prende due stampate consecutive da Zaytsev e Giannelli e gli azzurri volano sull’8-4, L’Italia è sempre invadente a muro, difende bene e Lanza firma il punto del 16-9 dopo un’azione prolungata, un mani-fuori dello Zar consente alla nazionale di aggiudicarsi anche il secondo set per 25-20.

Nel terzo set proprio non c’è storia, il set dura solo 19 minuti, Piano mette a segno un fantastico muro a uno su Le Roux e realizza il punto del 18-11 che, di fatto, mette la parola ‘fine’ alla partita.

A chiudere la contesa ci pensa Oleg Antonov con un ace che mette la ciliegina ad un incontro spettacolare.

L’Italia ha dominato la partita a muro, piazzandone ben 11 (contro i soli 3 della Francia). Grande la continuità dell’attacco azzurro, nel quale Lanza ha messo giù il 60% dei palloni giocati (11 punti complessivi, così come Juantorena). Top-scorer (40%) Ivan Zaytsev con 14 punti.

Gli azzurri torneranno in campo martedì 9 agosto (ore 20.00 italiane) per affrontare gli Stati Uniti.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.